Eli Roth conquista Peveragno: “il mio cuore è italiano” foto

Con una parata di stelle del cinema mondiale si è conclusa la kermesse "Agosto in corto". Grande protagonista l'autore di successi mondiali come Cabin Fever (considerato uno dei migliori autori del genere horror) nonchè attore nel tarantiniano "Bastardi senza Gloria"

Basterebbe la presenza dell’attore e regista americano Eli Roth a raccontare della straordinarietà dell’evento andato in scena nella serata di ieri (sabato 29 agosto) allo SMAC di Peveragno. Sarebbe sufficiente sì, ma oltremodo riduttivo. Perchè se è vero che l’autore di successi mondiali come Cabin Fever ed interprete nel tarantiniano “Bastardi senza Gloria” ha inevitabilmente monopolizzato l’attenzione del pubblico, anche grazie a frasi ad effetto come “sono americano, ma il mio cuore è italiano“, è altrettanto vero che ogni singolo momento della serata è stato caratterizzato da una qualità artistica di rara pregevolezza, in virtù di un parterre di ospiti di caratura mondiale.

agosto in corto smac eli roth

La serata, atto conclusivo della kermesse “Agosto in corto”, è stata dedicata a “La Gita” di Salvatore Allocca, cortometraggio che si è aggiudicato l’edizione 2020 di “AmiCorti Festival”, organizzato dall’associazione “Gli Amici”. A condurre Roberto Audisio e Karin Piffer, dopo il saluto introduttivo del direttore artistico Ntrita Rossi che, con la voce rotta dall’emozione, ha parlato di “un’autentica impresa inimmaginabile solo fino a poco tempo fa”.

Presente anche la peveragnese d’origine Gisella Marengo, presidente della giuria di AmiCorti, che si è detta “fiera di essere tornata nella terra di famiglia per contribuire alla riuscita della manifestazione”. A lei, produttrice di fama mondiale, va ascritto il merito di aver portato al festival alcuni protagonisti del cinema internazionale come il regista Evgeny Afineevsky che, proprio insieme a Gisella Marengo che ne sarà co-produttrice, sta lavorando ad un documentario dedicata a papa Francesco, o come Evi Lerner, storico produttore hollywoodiano che ha nel suo carniere centinaia di film tra cui “La Zona Grigia” e “Attacco al potere”. Spazio anche per un paio di duetti musicali: uno consolidato, il “Duo Cordetese“, e uno inedito ed effimero composto dall’italo-americana Nadia Lanfraconi e Davide Donadei.

L’evento è stato reso possibile anche grazie al contributo del Comune di Peveragno, la  collaborazione della Proloco, il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Fondazione CRC, in gemellaggio con Ghetto Film School di Los Angeles e New York. Un’autentica parata di stelle dunque che, citando il direttore artistico Ntrita Rossi, hanno per una notte reso Peveragno l’ombelico del mondo dello spettacolo.