Quantcast

Grillo risponde al sindaco di Limone per la rimozione della Chevrolet

Dopo la sollecitazione del sindaco di Limone, Beppe Grillo chiama e si rende disponibile a pagare la rimozione dei rottami dell'auto con cui ebbe l'incidente mortale 40 anni fa battuto sul tempo, però da un demolitore di Sanremo, che se ne occuperà gratis

Il sindaco di Limone chiama e Grillo risponde, rendendosi disponibile a far rimuovere a sue spese i rottami della Chevrolet con la quale ebbe un incidente il 7 dicembre del 1981, nel quale perirono tre persone e che portò alla condanna dell’allora comico, oggi anche capo popolo politico, per omicidio colposo.

Sono passati quasi 40 anni e quello che resta della vettura con cui Grillo ebbe l’incidente continuano a fare brutta mostra di loro a centro metri dalla via del Sale. Il sindaco Massimo Riberi si era deciso ad appellarsi al comico genovese in quanto i rottami attirano ancora la curiosità morbosa di chi passa in quei paraggi e potrebbero costituire un pericolo per l’integrità delle persone, trovandosi tra l’altro in un tratto di strada molto stretto. Grillo, come detto, ha risposto al sindaco rendendosi disponibile a pagare di tasca sua la rimozione ma è stato battuto sul tempo da un altro ligure, un autodemolitore di Sanremo che è disposto a fare gratuitamente il lavoro.

Dopo aver letto l’appello, che è stato riportato da molti media tra cui la nostra testata, Grillo aveva lasciato il suo numero di telefono al sindaco che così ha potuto contattarlo direttamente. La vicenda si chiuderà definitivamente tra una settimana circa, quando i rottami della Chevrolet riprenderanno la strada della Liguria, questa volta su un carro attrezzi.