Uscite e ingressi da e per l’Italia: le nuove regole per muoversi

Webinar di Confindustria Cuneo martedì 19 maggio alle 9,30

La strada verso il ritorno alla normalità dopo l’emergenza coronavirus comprende il graduale possibilità di riprendere ad attraversare le frontiere per lavoro o per turismo. In Italia gli spostamenti da e per l’estero continueranno di regola a essere vietati fino al 2 giugno. Rimane tuttavia possibile recarsi all’estero per comprovate esigenze lavorative.

Dal 3 giugno gli spostamenti da e per l’estero potranno essere limitati solo con Dpcm, anche in relazione a specifici Stati e territori, secondo princìpi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico.

Intanto il Dpcm datato domenica 17 maggio stabilisce che alcune categorie di lavoratori che faranno ingresso in Italia siano esentate dagli obblighi e dalle misure di prevenzione e protezione (sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario) finora applicate.

Ad esempio questa esenzione è prevista per il personale di imprese aventi sede legale o secondaria in Italia, per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a 72 ore, salvo motivata proroga, per specifiche esigenze, di ulteriori 48 ore. Tale disposizione recepisce in parte la richiesta di Confindustria di superare l’obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per il lavoratore che rientri da una trasferta all’estero.

Su un tema così importante per molte imprese della Granda ConfinduStria Cuneo ha organizzato un webinar gratuito che si terrà martedì 19 maggio, alle 9,30, dal titolo “Uscite e ingressi da e per l’Italia – Le regole per muoversi in base al Dpcm 17 maggio 2020”. Lo condurrà Bianca Revello del Servizio internazionale di Confindustria Cuneo.

Per le adesioni: uicuneo.it/calendario.

A iscrizione effettuata sarà inviato il link per il collegamento al seminario on-line, aperto a tutte le aziende associate.

Per informazioni: confindustriacomunicazione@uicuneo.it.