Sciopero di alcuni sindacati di Poste italiane il 3 giugno

Sciopero di 24 ore proclamato il prossimo 4 giugno da alcuni sindacati dei lavoratori di Poste Italiane, preoccupati per i problemi di sicurezza negli uffici in seguito all'emergenza sanitaria

I sindacati Cobas Poste, Cub Poste, Si Cobas Poste e Slg-Cub Poste hanno proclamato lo sciopero nazionale degli straordinari e delle prestazioni aggiuntive, che si concluderà con lo sciopero di 24 ore previsto per il 4 giugno.

Nei giorni scorsi, i Sindacati, confermando la protesta del mese prossimo, sono tornati sull’argomento con un documento nel quale affermano: “In Poste italiane, dal 18 maggio, tutto riprenderà come prima, almeno nelle idee della dirigenza. Ma se questo vuol dire ritornare al contesto passato, con i lavoratori che hanno dovuto penare per avere delle mascherine, mentre i dirigenti, dal 24 febbraio, erano già ben asserragliati nei loro rifugi, allora questa sarà solo una “farsa” ripartenza. Senza il rispetto delle norme di sicurezza, comprese le distanze previste nei locali interni, i lavoratori non potranno essere mandati allo sbaraglio e si dovranno astenere da quelle condizioni, secondo le già note indicazioni di autotutela sanitaria, del 13 marzo, divulgate da Cobas Poste, Cub Poste, Si Cobas Poste e Slg-Cub Poste. In questi mesi gravi, solo grazie ai lavoratori e alle lavoratrici di Poste è stato possibile garantire il servizio pubblico essenziale, e, proprio per questo, non si può accettare che la dirigenza riprenda e continui con i vecchi sistemi che, da anni, creano gravi disagi e problemi. Perciò, la ripartenza del 18  è anche per andare verso lo sciopero nazionale del 4 giugno”