È Alice Degradi il primo rinforzo in posto 4

La schiacciatrice pavese, reduce da una stagione con le maglie di Firenze e Brescia, è il terzo tassello della BOSCA S.BERNARDO 2020/2021

Più informazioni su

Sarà Alice Degradi la prima schiacciatrice italiana nella giovane storia in Serie A1 della BOSCA S.BERNARDO CUNEO: la ventiquattrenne pavese proveniente dalla Banca Valsabbina Millenium Brescia è il primo rinforzo in posto 4 annunciato dalla società di via Bassignano.

Nata a Pavia il 10 aprile 1996, Alice cresce pallavolisticamente nel vivaio della Riso Scotti Pavia; nella stagione 2011/12 viene aggregata definitivamente al gruppo della A1, categoria nella quale debutta ad appena quindici anni e mezzo. Nel 2012 si trasferisce a Busto Arsizio: dopo una stagione nella seconda squadra di B1, dal 2013 inizia a far parte della prima squadra di A1, nella quale resta per tre annate. Parallelamente non mancano le soddisfazioni con la maglia azzurra: nel 2013 vince la medaglia d’argento agli Europei Under 18, mentre nel 2015 partecipa ai Mondiali Under 23. La stagione 2016/2017 la vede grande protagonista a Pesaro in A2; dopo la conquista della promozione in A1 torna nella massima serie con la maglia della SAB Volley Legnano. Nella primavera del 2018 arrivano la prima convocazione in Nazionale maggiore, con la quale nell’estate disputa i Giochi del Mediterraneo, e la chiamata de Il Bisonte Firenze, che saluta nel gennaio 2020 per vestire la maglia di Brescia. Lo scorso 9 febbraio Alice, autrice di una prestazione assai convincente, fu una delle artefici della rimonta con cui la Banca Valsabbina Millenium Brescia espugnò il Pala UBI Banca al tie-break. Affidabilità in prima e in seconda linea e efficacia al servizio: questi i punti di forza di Degradi, che a Cuneo ritroverà coach Pistola, con cui condivise la sfortunata esperienza di Legnano. Non c’è solo la pallavolo nella vita di Alice, ormai prossima alla laurea in Ingegneria Gestionale.

«Sono davvero felice di poter vestire la maglia di Cuneo – dichiara Alice Degradi, neo schiacciatrice della BOSCA S.BERNARDO CUNEO –. Sicuramente la possibilità di poter lavorare nuovamente con coach Pistola, un grandissimo allenatore con il quale a Legnano stavamo costruendo qualcosa di importante, ha giocato un ruolo importante nella mia scelta. Fondamentale è stato anche il progetto proposto dalla società, che mi ha convinta in pieno perché molto stimolante. Sono reduce da una stagione particolare e ho davvero tanta voglia di iniziare questa nuova avventura. Da avversaria il Pala UBI Banca e i supporter cuneesi mi hanno sempre fatto un’ottima impressione, quindi non vedo l’ora di poter avere finalmente il tifo biancorosso dalla mia parte»

Più informazioni su