Cuneo, riunito il tavolo di lavoro “Coesione Sociale”

La discussione si è incentrata su ripresa scuole, iniziative estive per i bambini e i ragazzi, misure di contrasto alle nuove povertà, benessere e sicurezza sociale 

Cuneo. Il Tavolo di lavoro “Coesione Sociale” si è riunito mercoledì 13 maggio per proseguire l’attività di analisi dei bisogni urgenti – non dipendenti esclusivamente dall’attuale situazione di emergenza sanitaria ed economica – e di individuazione delle risposte più efficaci da fornire alle famiglie cuneesi.

La discussione si è incentrata sulle necessità che il Tavolo ha individuato come “prioritarie”: la ripresa della scuola a settembre, l’iniziativa “Tempo d’estate” per i bambini e i ragazzi di Cuneo, le misure di contrasto alle nuove povertà di sostegno alle famiglie, il mantenimento del benessere e della sicurezza sociale.

Nell’ambito dell’area tematica “Educazione, scuola e formazione”, il Tavolo ha dedicato particolare attenzione al tema della riorganizzazione del servizio di trasporto scolastico, alla luce delle misure di contingentamento dell’epidemia (distanziamento, sanificazione, orari delle lezioni scolastiche scaglionati) che verranno imposte dal Governo.

Il servizio “Tempo d’estate”, al quale gli uffici comunali stanno lavorando da tempo e per il quale il bando di co-progettazione è in scadenza al 15 maggio 2020, vedrà la sinergia tra i servizi Socio-educativo, Cultura e Parco Fluviale del Comune e numerose associazione del territorio e operatori del Terzo Settore che collaboreranno all’organizzazione dell’iniziativa.

Relativamente al tema “Contrasto alla povertà”, l’ufficio Politiche Sociali, dopo l’iniziativa #spendiamoci per la distribuzione dei “Buoni Spesa”, sta ricontattando le famiglie beneficiarie del contributo per rilevare il persistere di situazioni di bisogno e, in parallelo, continua a raccogliere le segnalazioni che giungono quotidianamente al numero telefonico dedicato 0171-444700. Queste segnalazioni permettono al Comune di mappare l’attuale situazione d’emergenza – economica oltre che sanitaria – in vista anche della ripresa lavorativa introdotta con la “Fase 2”. Allo studio dell’amministrazione ci sono da tempo nuove misure di contrasto alla povertà emergente e di sostegno alle famiglie, così duramente provate dalla crisi attuale.

Ultimo punto affrontato riguarda la “Sicurezza Sociale”, in particolar modo nell’area Movicentro e in Corso Giolitti, su questo argomento è previsto un incontro tecnico tra il Comune e gli operatori del Terzo settore che lavorano sul territorio, al fine di definire linee operative e strategiche concrete che vadano ad affrontare e risolvere in modo decisivo le problematiche presenti in queste aree.