Quantcast

Busca, aumentati i controlli sulle strade

Pensando a tutti coloro che devono uscire per veri motivi, mettendo a rischio la propria salute, tutti gli altri restino in casa. Un grazie accorato ai volontari e a tutti gli operatori impegnati sul campo. #iorestoacasa

RIMANERE IN CASA: questo imperativo continua ad essere più che mai una necessità. Si esce solo per rifornimenti alimentari e motivi di salute o legati a lavori indispensabili. Tutti desiderano uscire al più preso da questa emergenza, ma la sua durata dipende proprio da quanto si rispettano le regole. Il Comune ha attivato il Centro Operativo Comunale (Coc) dal quale il Sindaco coordina anche tutte le attività di controllo e monitoraggioLe strade sono presidiate e si ricorda che da ieri si deve usare un nuovo modello di autocertificazione per gli spostamenti. (in link qui sotto).

All’appello del sindaco Marco Gallo oggi si aggiunge quello del consigliere comunale delegato alla Sanità, Jacopo Giamello che è anche medico specializzando in Urgenza e lavora in questi giorni in pronto soccorso all’ospedale di Cuneo: “Soltanto insieme riusciremo a superare questo momento difficile aiutateci ad evitare di portare il nostro sistema sanitario e i volontari impegnati nell’emergenza ad un sovraccarico insostenibile“.

Ringraziamo accoratamente – aggiunge il Sindaco – le forze dell’ordine, la Polizia municipale coordinata dal comandate Gianluca Acchiardi, i Carabinieri di Busca e il loro maresciallo Matteo Corvino, tutti i volontari della Protezione civile, della Croce Rossa, dei Vigili del Fuoco, della Sai Carabinieri e gli altri buschesi che si sono aggiunti in questi giorni, i lavoratori di tutte le strutture che devono rimanere aperte, i titolari dei negozi di alimentari e i farmacisti, coloro che stanno facendo le consegne a domicilio. Ringraziamo le associazioni e i singoli che si stanno muovendo per l’acquisto della mascherine per il personale a rischioPENSANDO A TUTTI QUESTI, TUTTI GLI ALTRI CHE POSSONO RESTINO IN CASA”. #iorestoacasa #Busca