Tunnel di Tenda: accordo per riprendere i lavori

Accordo tra Anas e impresa Edilaco per il riavvio del cantiere fermo da 31 mesi

Cuneo. Dovrebbero riprendere a breve i lavori per la realizzazione del nuovo tunnel di Tenda. L’accordo tra Anas e l’impresa Edilmaco per il riavvio del cantiere, fermo da 31 mesi, è stato raggiunto a Roma venerdì 14 febbraio durante un vertice tra direzione  Anas  e l’azienda torinese che è subentrata alla Fincosit. Nei giorni precedenti si era rischiato la recessione del contratto perché Anas non intendeva accogliere le richieste di integrazione alle somme dell’appalto presentate ad Edilmaco insieme a variazioni al progetto originario inserite per sistemare le inadempienze ereditate.

Nella vicenda era intervenuto anche il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, per evitare un nuovo appalto. Ansa ha emanato un comunicato nel quale spiega che “la complessità dell’intervento e le opere di riavvio dopo il fermo cantiere hanno comportato i necessari approfondimenti in contradditorio.

Dopo attenta analisi, le parti hanno riscontrato le condizioni per la ripresa dei lavori”. Il cantiere è già ripartito la mattina dopo sabato 15 febbraio con l’abbattimento delle casermette in località  Panice Sottana a Limone dove saranno collocati lo smarino estratto dagli scavi prima dello smaltimento in discarica ad Asti e un nuovo impianto di betonaggio. Della nuova galleria sono stati scavati finora 1,5 km su 3,3 totali. Le nuove date che circolano parlano del nuovo tunnel entro il 2021 e il rifacimento di quello  storico entro la seconda metà del 2024.