Comitato Pesca approva zonaturistica di pesca a Pradleves e zona “no kill” a Cavallerleone

Presieduto dal consigliere provinciale delegato Danna, si è riunito nei giorni scorsi in Provincia

Più informazioni su

Cuneo. Si è riunito nei giorni scorsi in Provincia, a Cuneo, il Comitato Pesca che rappresenta l’organo consultivo per l’attività ittica nella Granda previsto dalla legge regionale del 2006. Il Comitato, presieduto dal consigliere provinciale delegato Pietro Danna, è composto dai rappresentanti delle associazioni di pescatori, categorie ambientalistiche, Comuni e aziende di troticoltura.

L’assemblea ha approvato la relazione sul “Progetto di monitoraggio genetico di popolazioni del genere “Salmo” nelle Alpi Sud-Occidentali” mantenendo il divieto di immissione trote su quattro rii ed ha dato parere positivo per l’istituzione di una zona turistica di pesca (Ztp) nel comune di Pradleves.

Via libera anche alla richiesta di istituzione di una zona “no kill” (il pesce catturato viene rilasciato in acqua) su due tratti del torrente Maira nei comuni di Cavallerleone e Cavallermaggiore. Il Comitato si è invece espresso negativamente sulla richiesta di ampliamento della zona “no kill” del torrente Grana nel comune di Monterosso e per i due laghi alpini in valle Stura (zona San Bernolfo perché molto frequentato e di facile accesso per i pescatori e per il ripopolamento) e in Valle varaita (lago Blu per la difficoltà ad effettuare la vigilanza).

Le novità approvate dovranno essere comunicate in tempo utile per l’avvio della stagione piscatoria (fine febbraio 2020).

Più informazioni su