Cervere, dal Comune ok unanime alla causa della Provincia

"Ente svilito a livello democratico e finanziario, il Governo intervenga"

Più informazioni su

Con dodici “sì”, quindi con votazione unanime, il Consiglio comunale Cerverese ha fatto proprio il grido d’aiuto della Provincia di Cuneo, e del suo Presidente Federico Borgna, affidato a un ordine del giorno che chiede al Governo centrale di mettere la parola fine allo “svilimento democratico e finanziario” portato avanti, di anno in anno dal 2014, ai danni dell’Ente per eccellenza intermedio fra Regione e Comuni.

Uno svilimento del quale si sono toccati con mano gli effetti su territori e comunità locali in occasione delle recenti ondate di maltempo alluvionale, senza considerare la stagione invernale ormai avviata con le previste nevicate che, se sono un toccasana per il turismo bianco in quota, non pochi disagi creano nelle vaste zone di pianura imponendo tempestivi e adeguati interventi di sgombero neve.
La proposta di ordine del giorno, che riprende il testo trasmesso dalla Giunta provinciale, nel prendere atto delle prime correzioni di rotta apportate a livello regionale, si rivolge primariamente al Governo centrale a cui si sollecita un diverso criterio di ripartizione dei fondi basato, per esempio, sui chilometri di strade che compongono la rete viaria della Provincia, sul numero di studenti iscritti alle scuole e sulla morfologia e vastità del territorio perché gli stessi interventi infrastrutturali hanno costi diversi.

Più informazioni su