Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prove di impatto, di ribaltamento e di guida sicura a Cuneo con l’Automobile Club

Sabato 12 e domenica 13 ottobre, in piazza Galimberti, una due giorni di sensibilizzazione all’educazione e alla sicurezza stradale dedicata alla cittadinanza

Sabato 12 e domenica 13 ottobre piazza Galimberti a Cuneo sarà teatro di una due giorni dedicata all’educazione e alla sicurezza stradale organizzata dall’Automobile Club Cuneo. Per tutto l’arco delle due giornate, un Truck appositamente allestito simulerà gli effetti che derivano dal ribaltamento di un’autovettura e saranno illustrate le forze che agiscono su un corpo in movimento non correttamente ancorato con le cinture di sicurezza. Verranno quindi fornite nozioni in merito al funzionamento degli airbag, all’importanza dell’uso corretto del seggiolino per i bambini, e su tutti i sistemi di ritenuta. I simulatori saranno a disposizione gratuita dell’intera cittadinanza.

Sarà anche possibile provare Ready2Go, il simulatore per prove di guida sviluppato dal Centro di Scuola Guida Sicura Aci che permetterà a chi vorrà provarlo, di scoprire in tutta sicurezza le situazioni critiche che si incontrano in strada. Accanto all’Automobile Club Cuneo saranno presenti la Polizia Stradale di Cuneo, con la propria postazione e grazie alla collaborazione della Croce Rossa Italiana – Comitato di Cuneo, saranno attuate dimostrazioni con una vettura incidentata messa a disposizione dalla concessionaria L’Auto BSD di Borgo San Dalmazzo, durante le quali verranno illustrate le manovre basilari da attuare in caso di incidente vissuto in prima persona o come possibile soccorritore. Non mancheranno attività di sensibilizzazione alla sicurezza stradale svolte dalla Croce Rossa stessa. L’iniziativa rientra nell’elenco delle attività istituzionali dell’Automobile Club Cuneo nell’ambito dell’educazione e sicurezza stradale.

“La due giorni di piazza Galimberti è l’epilogo di una settimana tutta dedicata alla sicurezza stradale che ha visto coinvolti 1.500 studenti delle scuole superiori delle città di Saluzzo, Bra, Savigliano, Mondovì e Cuneo – affermano il presidente dell’Automobile Club Cuneo, Francesco Revelli e il direttore Giuseppe De Masi -. Grazie al formatore esperto di sicurezza stradale Leonardo Indiveri, gli studenti hanno potuto apprendere gli effetti della velocità, dell’alcool e delle droghe sulla guida, l’importanza delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta. Abbiamo cercato di far riflettere i ragazzi su cosa vuol dire oggi guidare un’automobile, un motorino, essere ciclisti e pedoni nelle nostre città. In Italia ogni anno muoiono circa 4.000 persone in incidenti stradali e la provincia di Cuneo si conferma ad elevato numero di incidenti in rapporto alla popolazione e sono soprattutto i giovani, purtroppo, a perdere la vita. Ai cittadini che interverranno in piazza Galimberti faremo provare con delle dimostrazioni pratiche cosa accade quando si verificano degli incidenti su strada”.

Conferme sull’elevato grado di incidentalità della Granda, giungono dagli ultimi dati Aci-Istat da poco diffusi. Nel 2018 in provincia di Cuneo gli incidenti stradali sono infatti aumentati: 1.243 contro i 1.189 del 2017. In netta crescita anche i feriti: 1.941 rispetto ai 1.793 del 2017. In controtendenza, invece, il numero dei decessi a causa dei sinistri su strada: 41 in tutto, 16 in meno rispetto ai 57 del 2017.

La realizzazione dell’intera settimana di iniziative è stata possibile grazie al contributo di Fondazione CRC, Sara Assicurazioni, Concessionaria Gino, concessionaria Auto Baravalle di Mondovì. I comitati organizzatori di gara automobilistiche: Sport Rally Team, Cinzano Rally Team, Bmg Motor Events, Supergara e le scuderie/noleggiatori/preparatori di vetture da competizioni Balbosca, Scaccomatto, Evo Motorsport, Colombi Racing Team, Team D’Ambra, Frnew motors, Miele Racing “tutte realtà che pur essendo impegnate in attività agonistiche, ‘ci mettono la faccia’ per sensibilizzare sulla sicurezza, con seri professionisti che hanno deciso di schierarsi in prima linea per un progetto così importante come questo” – hanno sottolineato i vertici dell’Aci Cuneo.