Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ultimi ghiacci, cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneo ad Entracque

Inaugurazione mostra

Entracque. La lotta al cambiamento climatico è una delle principali sfide del secolo a livello mondiale. Un contributo viene anche dal progetto Alcotra CClimaTT (Cambiamenti climatici nel territorio transfrontaliero) nell’ambito del quale è stata realizzata una mostra permanente presso il Centro informazioni Enel Green Power “Luigi Einaudi” di Entracque nel Parco naturale delle Alpi Marittime.

L’esposizione si intitola Ultimi ghiacci: cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneo e sarà inaugurata e presentata al pubblico venerdì 20 settembre, alle ore 10.

venerdì 20 settembre | Entracque, Centro visita Enel

dalle ore 10 alle 10.30
Accoglienza, saluti delle autorità
Intervengono: Paolo Salsotto – Presidente APAM; Gian Pietro Pepino – Sindaco di Entracque

dalle ore 10.30 alle 10.50
Il supporto di Enel Green Power per lo sviluppo sostenibile
Interviene Francesco Bernardi – Responsabile Enel sviluppo sostenibile Green Power Piemonte

dalle ore 10.50 alle 11.20
Il programma ALCOTRA e il progetto CClimaTT per la sostenibilità ambientale
Intervengono: Giuseppe Canavese – Direttore ff APAM; Valentina Ruco – Coordinatrice di progetto

dalle ore 11.20 alle 11.40
Clima e cambiamenti climatici nelle Alpi Marittime
Interviene Daniele Cat Berro – Società Climatologica Italiana

dalle ore 11.40 alle 12
Il percorso espositivo
Interviene Stefano Camanni – Presidente Arnica

dalle ore 12 alle 13
Visita della mostra

ore 13
Buffet

La mostra progettata dalla Società Arnica e della Società Meteorologica Italiana, con la collaborazione del Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, si compone di pannelli grafici, immagini storiche e recenti, filmati ed effetti audio che cercano di coinvolgere i visitatori in un viaggio immersivo. L’obiettivo è puntato soprattutto sul tratto più meridionale dell’arco alpino, a cavallo fra il Mar Mediterraneo e la Pianura Padana, cercando di far emergere le caratteristiche del clima di queste montagne e che cosa sta cambiando, con un occhio sempre attento a come certi fenomeni si sviluppano a livello globale. Gli allestimenti hanno un taglio divulgativo, ma rigoroso a livello scientifico, che si basa su un’approfondita ricerca che ha visto la raccolta e l’elaborazione dei dati climatici del territorio, il recupero di cronache meteorologiche storiche da fondi archivistici, redazioni giornalistiche e biblioteche.

Fino a dicembre 2019 la mostra sarà visitabile su prenotazione per scolaresche e gruppi seguirà l’apertura al pubblico nel periodo natalizio.

Sabato 21 settembre si svolgerà una facile escursione guidata gratuita nel vallone di Moncolomb, da San Giacomo di Entracque fino al Prà del Rasur. Un itinerario che permette di osservare ciò che rimane dei ghiacciai delle Alpi Marittime (massiccio del Clapier-Maledia-Gelas), e di ritrovare le tracce geomorfologiche della loro antica presenza. Al rientro visita guidata alla mostra Ultimi ghiacci: cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneo

sabato 21 settembre | San Giacomo di Entracque

ritrovo ore 9 presso Baita Monte Gelas, San Giacomo di Entracque
Sulle tracce dei cambiamenti climatici
Escursione guidata – gratuita – alla scoperta dei ghiacciai più meridionali delle Alpi, quelli del massiccio del Clapier-Maledia-Gelas.
Tempo di percorrenza: 2 ore, circa, andata; 1.30 ore, circa, ritorno (soste comprese).
Rientro previsto per le ore 13

ore 15
Ultimi ghiacci
Visita guidata gratuita della mostra “Ultimi ghiacci: cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneo”, presso il Centro visita Enel di Entracque.

Informazioni: tel. 0171 978600; info@parcoalpimarittime.it
Prenotazioni: tel. 0171 978811; prenotazioni@parcoalpimarittime.it

La mostra Ultimi ghiacci: cambiamenti climatici nelle Alpi del Mediterraneoa è un’iniziativa prevista dal progetto CClimaTT ed è cofinanziata dal Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) nell’ambito del programma Interreg V-A Francia-Italia ALCOTRA 2014-2020.