Quantcast

Elisoccorso notturno, da oggi è possibile anche a Valmala

Svolto ieri sera il volo test inaugurale e lunedì prossimo si installa al santuario una postazione Dae per il progetto Busca città cardioprotetta

Si è svolto ieri sera a Valmala il volo test e l’atterraggio inaugurale dell’elisoccorso notturno 118. La pista situata a quota 1.300 metri, è la più alta in Piemonte e con esso Busca è il primo comune della regione, a parte i capoluoghi di provincia, ad avere due piste di atterraggio valide 24 ore su 24.

La Città di Busca e il municipio di Valmala hanno predisposto di attrezzare all’atterraggio notturno dell’elisoccorso uno spazio idoneo nei pressi del santuario. Prima di entrare in funzione, il nuovo servizio doveva essere collaudato. All’inaugurazione erano presenti il consigliere comunale Jacopo Giamello che segue l’iniziativa insieme con il pro-sindaco del municipio di Valmala, Andrea Picco, e il suo vice, Germano Rinaudo, i presidenti dei Comitati di Melle e Busca della Cri, Sergio Fino e Teresio Delfino, insieme con numerosi volontari delle Croce Rossa e della Protezione civile comunale di Busca, con il coordinatore Antonio Beoletto e il consigliere comunale Elio Campana, don Federico Riba rettore del santuario, Roberto Colombo gestore elisuperfici 118 e coordinatore della commissione tecnica elisoccorso 118 e un buon numero di cittadini saliti nonostante la fredda serata di maggio.

“Mettiamo così a disposizione del territorio montano di Busca e del circondario – hanno detto i responsabili del progetto – un importante aiuto che può essere determinante in caso d’emergenza. Ringraziamo per la collaborazione e l’estrema disponibilità il Dipartimento Regionale 118, i volontari delle associazioni e i cittadini convenuti per testimoniare un momento importante per una comunità. Questa pista è particolarmente utile a tutto il territorio montano circostante”.

“Nel 2017 il Comune di Busca – ha ricordato Giamello – aveva attrezzato a questo scopo il campo da calcio Berardo in centrocittà e ora, all’indomani dell’incorporazione con Valmala, mette a disposizione un secondo luogo attrezzato. E’ il primo intervento concreto per Valmala dopo la fusione e riguarda l’importante settore dell’emergenza sanitaria, nell’ambito del quale sarà installata lunedì prossimo 13 maggio anche una postazione Dae del progetto Busca Città cardioprotetta di cui Valmala entrerà perciò a far pienamente parte”.