Cuneo24 - Notizie in tempo reale, news a Cuneo e provincia di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Chi è Greta Thunberg, la 16enne che lotta per il futuro della Terra

La Norvegia la vuole Nobel per la Pace. Oggi grazie a lei si mobilitano anche gli studenti della provincia di Cuneo

Cuneo.   Lunghe trecce bionde, viso pulito, sguardo dolce ma determinato. Greta Thunberg ha 16 anni, è svedese e dall’agosto del 2018 ha dato vita a un movimento per la salvaguardia dell’ambiente arrivato a coinvolgere anche le scuole della Granda.

La protesta. La sua ‘disubbidienza’ è iniziata in modo silenzioso. L’adolescente, che frequentava il nono anno di una scuola di Stoccolma, il 20 agosto 2018 ha ‘semplicemente’ deciso di non andare a scuola fino alle elezioni legislative che nel suo Paese si sarebbero svolte il 9 settembre di quell’anno. Una decisione presa a fronte delle eccezionali ondate di calore e degli incendi boschivi senza precedenti che avevano colpito la Svezia durante l’estate. Cosa chiedeva Greta? Invitava il governo svedese a ridurre le emissioni di anidride carbonica come previsto dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Testarda, determinata e convinta della causa, Greta è rimasta seduta ogni giorno davanti al parlamento del suo Paese durante l’orario scolastico. Il suo slogan era Skolstrejk för klimatet, ovvero ‘sciopero della scuola per il clima’.

Un’eco mondiale. Il grido di protesta silenzioso di Greta è diventato una voce in grado di scuotere le coscienze quando il 4 dicembre 2018 l’attivista svedese, diventata ormai famosa grazie alla sua ‘disobbedienza’, ha parlato alla COP24: il vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutosi a Katowice, in Polonia. «Ciò che speriamo di ottenere da questa conferenza è di comprendere che siamo di fronte a una minaccia esistenziale», ha spiegato Greta, «Questa è la crisi più grave che l’umanità abbia mai subito. Noi dobbiamo anzitutto prenderne coscienza e fare qualcosa il più in fretta possibile per fermare le emissioni e cercare di salvare quello che possiamo». E ancora: «Voi parlate soltanto di un’eterna crescita economica verde poiché avete troppa paura di essere impopolari. Voi parlate soltanto di proseguire con le stesse cattive idee che ci hanno condotto a questo casino, anche quando l’unica cosa sensata da fare sarebbe tirare il freno d’emergenza. Non siete abbastanza maturi da dire le cose come stanno. Lasciate persino questo fardello a noi bambini. […] La biosfera è sacrificata perché alcuni possano vivere in maniera lussuosa. La sofferenza di molte persone paga il lusso di pochi. Se è impossibile trovare soluzioni all’interno di questo sistema, allora dobbiamo cambiare sistema».
Da Stoccolma a Katowice, poi a Bruxelles e Amburgo fino a oggi: giorno in cui è stato indetto uno sciopero a livello mondiale, al quale parteciperanno anche numerose città italiane, tra cui, in provincia di Cuneo. A manifestare saranno soprattutto gli studenti perché è alle nuove generazioni, come tante volte ribadito da Greta, che gli adulti stanno rubando il futuro.

In corsa per il Nobel. Il deputato norvegese André Ovstegard ha indicato Greta Thunberg come personaggio a cui assegnare il prestigioso Nobel per la Pace. «Abbiamo indicato Greta perché la minaccia del clima è probabilmente una delle principali cause di guerre e conflitti. Il movimento di massa che Greta ha innescato è un contributo molto importante per la pace», ha spiegato. La sedicenne ha risposto con un ‘cinguettio’ su Twitter, dicendosi: «Onorata e molto grata».