Quantcast

Busca, le votazioni nel Consiglio comunale del 27 settembre

Due punti all'ordine del giorno sono stati approvati all'unanimità

Busca. Nella seduta di ieri, il Consiglio comunale ha approvato i due punti all’ordine del giorno all’unanimità. Il primo punto consiste nel via libero definitivo al cambio di destinazione dell’area di circa cinquemila metri quadrati in corso Giolitti ora occupata dal consorzio agrario da “residenziale”  a “servizi pubblici legati in particolar modo all’istruzione” la cui adozione era stata approvata all’unanimità dal Consiglio comunale nella seduta dello scorso 11 aprile. Si tratta dell’atto preliminare al progetto della costruzione del nuovo polo scolastico per le scuole primarie e medie e al trasferimento del consorzio in un’altra area nel territorio comunale.

A questo riguardo, il sindaco, Marco Gallo, ha precisato che la Conferenza  Stato-Regioni ha destinato allo scopo un miliardo di euro da dividere fra le Regioni e, poichè il progetto del polo scolastico di Busca è risultato quarto nella graduatoria regionale, si ha la ragionevole speranza di poter accedere al finanziamento, per il quale il Comune  ha pronto il progetto definitivo e ha già acquisiti i pareri favorevoli della Provincia e del Gse (gestore servizi energetici) circa il piano del risparmio energetico. Intanto, ha detto il sindaco, il consorzio agrario ha avviato il trasferimento con l’acquisizione di un’area in zona Roata Raffo-San Barnaba, dove intende costruire la nuova struttura, per la quale ha già fatto giungere in Comune il progetto per la relativa valutazione.

Per quanto concerne il bilancio consolidato, il risultato economico 2017 del gruppo del Comune di Busca è positivo per 961.053,65 euro (+ 5%) e lo stato patrimoniale è positivo per 19.255.017,70 euro (+ 8%). L’assessore al Bilancio e vice-sindaco, Gianmichele Cismondi, ha precisato che la redazione del nuovo documento finanziario è stata affidata ad uno studio di consulenza (lo studio Sigaudo di Moncalieri), a causa della particolare complessità, che richiede l’applicazione di programmi informatici dedicati.  Il risultato evidenza ancora una volta, anche in rapporto agli organismi partecipati, la solidità dello stato economico e patrimoniale e che le partecipazioni non presentano alcuna criticità, ma anzi sono strategiche e necessarie. Parere positivo espresso anche dal Revisore dei Conti, con la raccomandazione di esigere anche da alcune partecipate minori, come l’Istituzione comunale culturale e il Bim, la redazione di documenti contabili in linea con le più recenti disposizioni.

Per il punto Varie ed eventuali, hanno parlato l’assessore al Volontariato Ezio Donadio, per far sapere che il Comune ha consentito l’uso della sala convegni in Casa Francotto per il 22 ottobre all’Associazione nazionale controllo di vicinato per una serata informativa della loro iniziativa e il consigliere Jacopo  Giamello, che, ricordando quanto fatto fino ad oggi dal Comune in fatto di salute e prevenzione, ha annunciato la seconda edizione del convegno Persone di cuore Busca città cardioprotetta per sabato 24 novembre.