Mondovì, tutto pronto per tre giorni a naso all’insù

Mondovì. Da oggi, sabato 4 al 6 gennaio 2020 saranno loro le protagoniste in quella che è stata definita a Capitale italiana del volo in mongolfiera, Mondovì: le mongolfiere.

E naturalmente i loro piloti. Una carrellata di immagini di quelle che l’organizzazione ha definito “facce da mongolfiera”.

Confermata la presenza di 30 palloni aerostatici provenienti da ogni parte d’Europa e con 4 nuove mongolfiere dalla forma speciale mai venute prima in città.

Tra gli ospiti speciali dopo il leone “Simbaloo” e la pantera “Roger”, arriva a Mondovì un’altra delle meravigliose mongolfiere dello “zoo volante” della “Exclusive Ballooning” del britannico Andrew Holly, pilota ormai presente da anni al Raduno dell’Epifania a Mondovì: Adelaide il koala.

Pilotato dallo stesso equipaggio che lo scorso anno fece impazzire il pubblico con la mastodontica “Superbike”, il team olandese di Herman Kleinsmit, questo grande pallone (30 metri di altezza, cappello compreso!) riproduce la testa dell’immortale pittore fiammingo: Van Gogh.

Terzo pinguino della “famiglia” #FlyPenguin della “Exclusive Ballooning” (assieme alle mongolfiere “Puddles” e “Splash”), Tall “Steve” è un altro buffissimo protagonista della flotta di Andrew Holly. “Steve” è… proprio come il suo nome suggerisce: altissimo, oltre 35 metri!

Una mongolfiera dalla forma e dal significato speciale. Con “Rhino” il pilota Joachim De Wachter porta in volo un forte messaggio di sensibilizzazione (“SAVE ME!”) in favore di una specie animale oggi pericolosamente a rischio estinzione, il rinoceronte.

mongolfiere e piloti

mongolfiere e piloti presenti all'edizione 2020