Quantcast

Torre San Giorgio, mancata sensibilità alla raccolta differenziata foto

Dopo l' ennesima brutta sorpresa l'amministrazione comunale decide di eliminare il cassone del verde di via Fustella

Torre San Giorgio. Nei giorni scorsi il collaboratore comunale Ernesto Bordese si è trovato l’ennesima brutta sorpresa vuotando il “carro del verde” di via Fustella, contenitore destinato a raccogliere sfalci, erba e materiale vegetale. Al suo interno ha rivenuto vasi, reti, attrezzi in plastica, vecchi cuscini, pezzi di divano e tanto materiale non adeguato a quel tipo di conferimento.

Sintomo di una generalizzata insensibilità da parte di residenti o cittadini di passaggio di fronte al tema della raccolta differenziata, che è tornato di stretta attualità in paese.

Per questo motivo l’Amministrazione comunale ha deciso di eliminare il cassone per la raccolta del verde, per la quale si procederà con altre forme di raccolta. È solo uno dei tanti passi di avvicinamento alla raccolta porta a porta, che stanti anche le statistiche non proprio edificanti della capacità di riciclo emersa sul territorio comunale (dati Csea sul primi trimestre 2022), risulta un passaggio ineludibile e si avvierà ufficialmente dall’autunno di quest’anno.

Si ricorda che:
– il ritiro ingombranti è un servizio gratuito, che si può prenotare senza costi chiamando in municipio
– a Moretta esiste un’isola ecologica dove poter raccogliere questo genere di scarti.