Quantcast

Presentato il programma degli appuntamenti “Estate ad Alba”

Gli appuntamenti si susseguiranno per tutta l’estate fino ai primi giorni di settembre e spazieranno dal teatro al cinema alle letture fino all’arte di strada, al circo e alla musica, dando vita così a un’offerta variegata e pensata per tanti pubblici diversi.

Più informazioni su

É tempo d’estate! Tempo di spettacoli, letture ad alta voce, concerti, visite guidate e incontri nelle vie e nelle piazze della città! É tempo da vivere all’aria aperta, da soli o in compagnia, tempo da dedicare al divertimento, all’ascolto e alla voglia di sognare.

Estate ad Alba è il ricco programma estivo che l’Assessorato alla Cultura, attraverso gli uffici e i servizi culturali del Comune di Alba, ha organizzato insieme a numerose associazioni che operano in città, con la preziosa collaborazione del Centro Studi Beppe Fenoglio.

Gli appuntamenti si susseguiranno per tutta l’estate fino ai primi giorni di settembre e spazieranno dal teatro al cinema alle letture fino all’arte di strada, al circo e alla musica, dando vita così a un’offerta variegata e pensata per tanti pubblici diversi.

Si inizia venerdì 17 giugno con la quattordicesima edizione di Artisti al lavoro, il Festival di arte di strada curato dall’associazione Familupi’s. Quest’anno gli spettacoli tornano a riempire le vie del centro storico, concentrandosi in particolare in via Vittorio Emanuele II e in piazza Risorgimento. Nella prima giornata di Festival, a partire dalle ore 21.00, spazio agli artisti locali, con la tradizionale parata dei Familupi’s e a seguire gli show del mago Roger e del collettivo Scirò. Sabato 18 invece, sempre dalle ore 21.00, sono l’eclettico Davide Fontana e l’energica compagnia Artemakìa a presentare i loro spettacoli, un vero e proprio concentrato di trovate e di acrobazie.

La sera di venerdì 17 giugno si anima anche piazza Pertinace, con l’evento musicale Urlo alla vita in ricordo di Marco Brovia, organizzato dall’associazione San Giovanni, in collaborazione con il Collettivo Amici del Brò e l’associazione Donchisciottesiamonoi.

Gli appuntamenti in piazza Pertinace proseguono poi con i Giobia fest, tre giovedì sera (23 e 30 giugno, 7 luglio) dedicati al gioco, ai videogames e al teatro, in collaborazione con il gruppo spontaneo Mamaioba. L’associazione San Giovanni, coadiuvata dal quartiere centro storico e dall’associazione Turismo in Langa, ha inoltre allestito un piccolo spazio per la lettura nel giardino della chiesa di San Giovanni, dove sono a disposizione una casetta per i libri e una libreria comunitaria e dove è possibile visitare la mostra permanente Una storia per immagini, sulla vita e sul passato del quartiere.

Mentre proseguono con successo le letture animate del ciclo Una storia tira l’altra, nell’ambito del progetto Nati per leggere Piemonte, sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, la Biblioteca civica “Giovanni Ferrero” è pronta per inaugurare una nuova edizione della rassegna L’albero racconta… – letture e musica per bambini da 5 a 11 anni nel cortile della Maddalena. Il debutto positivo dello scorso anno e il sostegno della Fondazione Crc hanno permesso alla Biblioteca di ampliare il cartellone, che quest’anno si compone di quattro spettacoli e di un’installazione dedicata ai viaggi di Giovannino Perdigiorno narrati da Gianni Rodari.

L’albero racconta… si apre martedì 21 e mercoledì 22 giugno proprio con I viaggi di Giovannino Perdigiorno, a cura della compagnia Teatro Pane e Mate: un percorso ludico composto da dieci postazioni interattive che conduce bambini e adulti alla scoperta di tanti paesi immaginari, attraverso esperienze tattili, visive e sonore.

Gli spettacoli prendono invece avvio martedì 28 giugno alle ore 21.00, con il cortile della Maddalena a fare da scenografia allo spettacolo Non sempre le cose sono quelle che sembrano, con Salvatore Fiorini e Giovanni Parodi della compagnia Teatro Pane e Mate. Gli appuntamenti serali continuano giovedì 7 luglio, sempre alle 21.00 con lo spettacolo I meravigliati di Antonio Catalano interpretato dal cantastorie Matteo CuratellaGiovedì 21 luglio, alle 21.00, è la volta di Bruno lo Zozzo in teatro a cura dell’associazione Zera, la trasposizione teatrale delle avventure di un bambino e del suo amico immaginario, narrate e illustrate da Simone Frasca. La rassegna termina martedì 26 luglio con il Faber Teater e lo spettacolo A piede libero, una riflessione divertente sui temi della mobilità sostenibile, dell’educazione stradale e della sicurezza. Inizio alle ore 21.00.

In occasione dei quattro appuntamenti serali della rassegna la Biblioteca civica è aperta eccezionalmente  dalle 20.30 alle 22.30.

Contemporaneamente lo spazio mostre della Biblioteca ospita fino al 9 luglio l’esposizione Posti della Malora, a cura del Gruppo Fotografico Albese: una selezione di fotografie in bianco e nero che si ispirano ai luoghi simbolo della Resistenza partigiana, a una Langa che ormai non c’è più e che conduce i visitatori a immergersi in un tempo ormai passato. L’esposizione raccoglie alcune delle fotografie presenti nel libro Posti della Malora e realizzate da Antonio Buccolo, Gianfranco Bulgarelli, Oreste Cavallo, Bartolomeo Costamagna, Emanuele Delpiano, Enzo Massa, Enrico Necade e Ferruccio Nicolello.

Dal 19 luglio al 6 agosto invece sono i bambini della scuola dell’infanzia di Valle Talloria a esporre le loro opere in Biblioteca in una mostra dal titolo Il respiro della terra: nell’ambito del progetto di outdoor education “Dialogo con la natura“, i piccoli hanno osservato e analizzato in diversi ambienti l’elemento terra, le sue caratteristiche e i minuscoli abitanti che vi abitano. I lavori che da qui sono nati  hanno come filo conduttore il tema delle chiocciole e sono stati realizzati con i diversi tipi di terra, mescolati all’acqua.

Il pubblico delle famiglie ha l’occasione di ritrovarsi ancora nel Cortile della Maddalena per Burattinarte, il Festival internazionale di teatro di figura giunto alla sua XXVIII edizione. Giovedì 30 giugno, venerdì 1 e sabato 2 luglio, è tempo quindi di burattini e marionette, con spettacoli la sera alle ore 21.30 e laboratori il pomeriggio del sabato a partire dalle ore 18.00. Due invece gli appuntamenti nei quartieri, il primo nei giardini di viale Masera, venerdì 8 luglio, il secondo presso la panchina gigante di frazione Scaparoni, sabato 23 luglio, entrambi alle ore 21.30.

Molto ricco è anche il calendario del Museo civico archeologico e di scienze naturali “Federico Eusebio”. Sabato 25 giugno, con partenza alle ore 16.30, una passeggiata naturalistica, storica e letteraria conduce i partecipanti a scoprire il verde cittadino e i siti storici-archeologici presenti in città, con approfondimenti presi sia da brevi estratti di romanzi  sia da racconti di scrittori locali.

Sabato 2 e sabato 30 luglio torna l’appuntamento con il Museo dei piccoli, un pomeriggio di giochi, laboratori creativi e scoperte tra le sale espositive con un momento dedicato alla merenda.

Tutte le prime domeniche del mese e mercoledì 10 agosto in occasione della festa patronale di San Lorenzo, il Museo civico apre i suoi depositi con una visita guidata pensata per conoscere i tesori archeologici e naturalistici non esposti e l’attività dei conservatori museali.

Due appuntamenti speciali sono in programma sabato 9 luglio e sabato 3 settembre.

Sabato 9 luglio, per La notte dei tesori, il civico Eusebio e il Museo Diocesano, alle ore 21.00,  aprono le sale e i siti nascosti della città attraverso una visita guidata che toccherà La città invisibile e Il complesso delle antiche mura per concludersi presso la Sala del tesoro della Cattedrale di San Lorenzo; sabato 3 settembre appuntamento con Musica in Museo: alle ore 18.00 le sale del Museo ospitano il concerto dei maestri Giuseppe Allione, Marco Bellone e Michelangelo Pepino. Il repertorio spazia dalla musica barocca a quella contemporanea. Al termine dell’esibizione, presentazione del tavolo multimediale che ricostruisce in modo interattivo le fasi di vita più antiche di Alba, realizzato nell’ambito del progetto Percorsi sensoriali tra storia e arte.

Tante le proposte anche per l’Arena “Guido Sacerdote” del Teatro Sociale “G. Busca”. A partire da martedì 5 luglio e fino a giovedì 11 agosto, tutti i martedì e i giovedì sera, torna la tradizionale rassegna Cinema all’Arena, organizzata in collaborazione con il cinecircolo Il Nucleo, che come di consuetudine propone una selezione dei migliori film usciti nell’anno. Spazio quindi a film premiati con gli Oscar, come Coda – i segni del cuore (miglior film), al cinema italiano con Ennio di Giuseppe Tornatore o Diabolik dei Manetti Bros, ma anche a graditi ritorni con The Batman di Matt Reeves con Robert Pattinson o Top Gun Maverick di Joseph Kosinski con Tom Cruise. Le proiezioni hanno inizio alle ore 21.45, con ingresso fino a esaurimento dei posti disponibili.

Quest’estate inoltre, al consueto cartellone si aggiungono cinque appuntamenti speciali, a ingresso libero, che ci raccontano un cinema diverso attraverso storie del territorio, figure che hanno lasciato un segno importante e ricordi personali.

Si inizia martedì 28 giugno, alle ore 21.15, con il cortometraggio Larvae di Alessandro Rota, un’indagine sul lato oscuro dell’essere umano e sulle conseguenze dei sentimenti, ispirata alla figura di Cesare Lombroso e alle sue ricerche sullo spiritismo. A introdurre la serata il regista.

Mercoledì 29 giugno, alle ore 20.30, una serata omaggio a Ezio Bosso con la presentazione del libro Faccio Musica di Alessia Capelletti a cura della stessa autrice e del nipote di Ezio, Tommaso Bosso. Introduce Pierluigi Vaccaneo, direttore della Fondazione Pavese e modera Alessandra Morra, direttrice del Festival InPoetica. A seguire, la proiezione del film Le cose che restano di Giorgio Verdelli.

Venerdì 15 luglio, alle ore 21.15, la Fondazione Radici presenta il docu-film franco italiano Nel nome del pane – Au nom du pain della giornalista e regista Géraldine Giraud: la storia dei pionieri langhetti che portarono l’arte della panificazione in Costa Azzurra. Intervengono la regista e il presidente della Fondazione Radici Claudio Rosso.

Venerdì 22 luglio, alle ore 21.15, il regista torinese Max Chicco porta in Arena il suo film La fabbrica del sogno: il racconto delle avventure di due ragazzi di Ciriè, Andrea e Michele, alle prese con il fantasma di una donna tornata dal passato e che sembra volere qualcosa da loro. Intervengono il regista e parte del cast artistico.

L’ultimo appuntamento speciale è in programma per venerdì 29 luglio, quando, alle ore 21.00, Michele Camillò, per molti anni titolare della videoteca cittadina Casablanca, presenta il suo libro Mi dai un film? in dialogo con Giancarlo Coscarella.

Mercoledì 6 luglio alle ore 21.00, l’Arena torna a ospitare il cartellone di Teatro all’Arena a cura del Teatro Sociale “Giorgio Busca”, che i quattro mercoledì di luglio propone una serie di spettacoli da non perdere, dalla commedia alla narrazione passando per la musica.

In apertura di rassegna, mercoledì 6 luglio, lo spettacolo Noi siamo voi. Votatevi! di e con Antonio Cornacchione e Sergio Sgrilli per la regia di Renato Sarti. I due comici che hanno deciso di fondare un nuovo partito politico, coinvolgono il pubblico presente in una discussione sui temi del nostro tempo: ambiente, emigrazione, lavoro, scuola… e le risate non mancheranno!

Mercoledì 13 luglio, alle ore 21.00, sono Massimo Cotto, insieme a Mauro Ermanno Giovanardi e a Chiara Buratti per la regia di Roberto Tarasco, a raccontare, in Decamerock, dieci storie di rock e dannazione, di morte e bellezza che progressivamente si uniscono fino a diventare una sola.

Mercoledì 20 luglio, alle ore 21.00, è il duo comico PanPers a calcare il palcoscenico dell’Arena con Non facciamo tardi, un’ora e mezza di puro divertimento dove Andrea Pisani e Luca Peracino ripropongono i loro sketch più famosi trattando svariati aspetti della vita quotidiana.

A chiudere gli appuntamenti del Teatro, mercoledì 27 luglio, sempre alle 21.00,  è Tullio Solenghi con la Nidi Ensemble in Dio è morto e neanche io mi sento tanto bene – Le parole del genio Woody Allen immerse nella sua musica. Solenghi diletta il pubblico con la lettura di alcuni esilaranti brani tratti dai libri del famoso regista americano in una rapida carrellata di suoni, voci e musica, dal montaggio divertente e ipnotico.

Da giovedì 30 giugno a domenica 3 luglio, l’Arena fa da cornice alla quindicesima edizione dell’Alba jazz festival, organizzata dall’associazione Alba & Jazz: quattro giorni di grandi concerti, con musicisti di fama internazionale e un omaggio a Beppe Fenoglio nel centenario della sua nascita.

Giovedì 30 giugno torna l’imperdibile Ron Carter con il suo Foursight Quartet. Per festeggiare il suo ottantacinquesimo compleanno, il grande bassista ha organizzato una tournée europea che parte proprio da Alba e che lo vede suonare insieme ad altri tre importanti musicistiRene Rosnes, piano, Payton Crossley, batteria e Jimmy Greene, sassofono.

Venerdì 1 luglio, la serata è interamente dedicata al tango, declinato, però, in chiave jazz da Javier Girotto & Aires Tango, per poi passare sabato 2 luglio a Mike Stern, uno dei più grandi chitarristi della sua generazione, insieme al batterista Denis Chambers. In conclusione, domenica 3 luglio,  la neonata Alba jazz orchestra, diretta da Fabio Giachino si esibisce in Ego scriptorun concerto-omaggio a Beppe Fenoglio, ispirato al Diario n. 7, che lo stesso Fenoglio scrisse nell’estate del ’54.

            A tema jazz è anche l’incontro Beppe Fenoglio sings & swings in programma sabato 9 luglio presso il Teatro Sociale “G. Busca”. Marco Ravasini, docente di storia del jazz e di storia della musica da film presso il Conservatorio di Torino, dialoga con Paolo Tonini Bossi sulle colonne sonore americane arrivate in Italia durante il Ventennio e nel primo dopoguerra e anche sul mondo biografico e letterario di Beppe Fenoglio. A corredo gli interventi musicali degli studenti del Dipartimento Jazz del Conservatorio di Torino coordinati da Furio Di Castri, direttore del Dipartimento e celebre jazzista. L’incontro è organizzato dalla Cooperativa Libraria La Torre in collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio, la Fondazione Ugo Cerrato e l’Associazione Alec.

La musica in Arena continua domenica 31 luglio con una tappa della rassegna itinerante Suoni dalle colline di Langhe e Roero, a cura dell’associazione Incontri Musicali Internazionali.

A esibirsi la Youth Orchestra of the Netherlands, un’orchestra sinfonica  di oltre 70 elementi, diretta da Jurjen Hempel. Il programma prevede l’esecuzione del Concerto per violoncello di Antonín Dvořák e la Sinfonia n.3 opus 44 di Sergei Rachmaninov.

Agosto si apre con il gradito ritorno del Mirabilia International Circus & Performing Arts Festival che anima il Cortile della Maddalena dal 5 all’8 agosto, con un’anteprima all’Arena Guido Sacerdote il 5 agosto e con un grande spettacolo di piazza domenica 7 agosto. Il programma del Cortile dal 5 all’8 agosto è interamente dedicato alle famiglie con laboratori di circo, giochi di una volta, sperimentazioni sonore e spettacoli divertenti. L’inaugurazione in Arena, la sera di venerdì 5 agosto, è affidata alla compagnia Les 3 plumes con Quintetto, uno spettacolo del coreografo Marco Augusto Chenevier dal ritmo trascinante e che vede il coinvolgimento diretto del pubblico. In Piazza Risorgimento, domenica 7 agosto alle 21.00 la scena è tutta per il Circo Zoè che, con il suo imperdibile spettacolo Naufragata, ci proietta su una nave, in mezzo a una tempesta. L’“equipaggio” degli artisti, fra evoluzioni acrobatiche, gags divertenti e giocoleria, trasporta gli spettatori in un viaggio coinvolgente e sognante.

Uno spazio intimo e speciale è poi quello riservato alla compagnia EgriBiancoDanza che, nel coro della Maddalena, presenta EartHeart, la sintesi di un percorso di 6 mesi in cui i danzatori si sono immersi in diversi ecosistemi sperimentando sul proprio corpo la potenza e la fragilità della natura.

La collaborazione con Mirabilia prosegue in occasione della festa patronale di San Lorenzomercoledì 10 agosto, quando la Zastava Orkestar invade nel pomeriggio le vie del centro storico cittadino per poi ritrovarsi, la sera, nell’Arena Guido Sacerdote e dare vita a una serata tutta da ballare! La Zastava Orkestar propone un repertorio che si ispira alla tradizione popolare balcanica e ai film di Kusturiça, ma che prevede anche composizioni originali con coreografie e momenti di giocoleria. Il coinvolgimento del pubblico è totale, tanto che spesso non esistono palco, transenne, microfoni né intermediazioni di alcun tipo: lo spettacolo è una festa collettiva alla quale chiunque è libero di partecipare.

Il mese di Settembre vede in apertura due tappe dell’Attraverso Festival nella location dell’Arena Guido Sacerdote. Giovedì 1 settembre, alle ore 21.00, l’ex magistrato e romanziere Gianrico Carofiglio presenta Senza fiori né discorsi. Vita, scrittura e leggenda di Beppe Fenoglio, una serata tutta dedicata allo scrittore albese, in collaborazione con il Centro Studi Beppe Fenoglio. Venerdì 2 settembre, alle 21.00, l’immunologa e direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica Città della Speranza Antonella Viola, incontra il pubblico e presenta il libro Il sesso è (quasi) tutto – Evoluzione, diversità e medicina di genere.

Tutti gli appuntamenti di Estate ad Alba 2022 sono costantemente aggiornati sul sito del Comune (www.comune.alba.cn.it) e sul sito di Alba Città Creativa Unesco per la Gastronomia (https://creative-alba.com/) nell’apposita sezione “Estate ad Alba”.

Al calendario si può facilmente accedere scansionando il Qr code diffuso in città attraverso materiale promozionale dedicato e 12 totem digitali dislocati nel centro storico.

Tutti gli eventi culturali organizzati in città dal Comune di Alba e dalle associazioni culturali del territorio vengono promossi sulla pagina Fb @AlbaCulturaEventi, in un calendario che di post in post riprende tutto ciò che succede in città.

Il sindaco di Alba è soddisfatto del ricco programma che accompagnerà l’estate in città, tra artisti di strada, letture, concerti, ma anche teatro, cinema all’aperto, mostre; eventi coordinati dall’assessorato alla Cultura del Comune di Alba, molti possibili grazie alla miriade di realtà e associazioni presenti in città che da sempre animano il calendario albese lungo tutto il corso dell’anno. Con la bella stagione, la cultura esce dai teatri e dalle sale per invadere le piazze e le strade, in una clima conviviale e di festa, ancora più sentito e apprezzato dopo oltre due anni di pandemia. Il primo cittadino ci tiene a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del programma e anche chi parteciperà agli appuntamenti albesi.

L’assessore alla Cultura conferma la qualità e la varietà delle proposte, pensate per gli albesi, ma anche per turisti e visitatori e sottolinea il lavoro che gli uffici della Ripartizione culturale hanno svolto per dare vita a un’offerta così ampia e capace di accontentare i gusti più diversi. L’estate albese ormai vicina sarà contraddistinta da preziosi momenti di condivisione e di divertimento.

Più informazioni su