Quantcast

Pontechianale, oltre 120 nuovi parcheggi ricavati da aree inutilizzate foto

Il comune dell'alta Valle Varaita si prepara all'estate

Pontechianale. Settimane di lavoro intenso per la nuova amministrazione comunale, guidata da Andrea Allasina.

Oltre ai nuovi posteggi, che aiuteranno a decogestionare le aree residenziali e commerciali, tanti interventi
per rendere più accogliente il paese in vista del boom di turisti Il Comune di Pontechianale si “tira a lucido” per l’estate e, oltre al maquillage estetico, è impegnato nel garantire un miglioramento dei servizi complessivi, a cominciare dai parcheggi e dalla viabilità.

Grazie alla pulizia e riqualificazione di alcune aree, infatti, si potranno ricavare, tra capoluogo e concentrico, oltre 120 nuovi parcheggi, per auto, così da decongestionare il traffico e contrastare l’odioso fenomeno del “parcheggio selvaggio”, che nei mesi estivi comporta non pochi disagi e pericoli. Tante le opere nelle ultime settimane. Vediamo le principali.

CAPOLUOGO
Nella centrale borgata Maddalena si interviene per abbellire la camminata lungo fiume che dalla piazza del municipio conduce all’area eliporto, con l’obiettivo di integrare anche in questa zona (finora considerata un po’
periferica) nei percorsi alla scoperta degli angoli del paese. È stata completamente sostituita la staccionata laterale del ponticello, con barriere in legno più stabili e sicure, mentre si procedeva a recintare la pista di
atterraggio dell’elisoccorso che, con i dovuti adeguamenti tecnici (in primis il posizionamento di un faretto) sarà presto utilizzabile per il volo notturno. È stata anche riverniciata la “H” per facilitarne la visibilità da
parte dei piloti dei velivoli. Poco a valle, attorno al fabbricato comunale utilizzato come magazzino e “base” della Croce Rossa, si prevede di riqualificare l’intera area, con l’obiettivo di impreziosirla, installare della segnaletica dedicata e adibirla a parcheggio. Obiettivo: garantire altri 50 posti auto a pochi passi dal municipio.

CHIANALE
A Chianale l’amministrazione comunale guidata da Andrea Allasina ha messo in programma l’abbattimento e la riqualificazione dell’area dove sorge il fatiscente edificio che ospitava il magazzino dell’ex caserma: un
fabbricato basso, in precarie condizioni statiche situato alle spalle del Bar da Giò. Un brutto biglietto da visita per la frazione, che può trasformarsi invece in un’area qualificante del paese, al servizio di residenti e turisti. È di pochi giorni fa l’ordinanza del sindaco: lunedì iniziano lavori di abbattimento. Il Comune interviene per una prima fase ricavando uno spazio destinato ad area parcheggio (una cinquantina i nuovi posti
previsti), confidando attraverso la partecipazione al Bando Borghi di poter dotare l’area di giostrine, arredi urbani e altri servizi sportivi.

ZONA LAGO
La zona di scarico bestiame (utilizzata dai margari come sosta prima di salire e o dopo la discesa in alpeggio delle mandrie) che prima era localizzata nei pressi dell’area pic-nic a lato del viale di accesso al lago
(quest’ultima destinata ad ospitare l’area polivalente intitolata alla memoria di Aurelio Barra), è stata spostata a margine dell’area sportiva, dove il fiume alimenta il bacino artificiale. Qui è stata completamente
sostituita la recinzione, con una più alta e robusta. Un intervento simile è stato realizzato sulla provinciale: all’altezza del bar Playa Alpina sono intervenuti gli operatori della Provincia di Cuneo, che hanno ripulito due piazzole da materiale inerte, mentre il Comune disponeva il prolungamento della palizzata perimetrale. Entrambi gli interventi permettono di accrescere il numero di parcheggi auto a pochi passi dal lago. Oggetto di migliorie negli ultimi giorni anche il percorso di legno che attraversa l’area verde e funge da accesso al bar Playa Alpina: le assi del pontile, sono state verificate, ripulite, verniciate e una larga parte è stata sostituita, restituendo una passeggiata lungo-lago sicura e gradevole anche alla vista. Medesimo intervento di rifacimento e sistemazione alla staccionata perimetrale è stato disposto dall’ufficio tecnico al Rifugio Alevé, come il bar del pontile di proprietà comunale. Anche a Castello, nell’ambito di una revisione viaria generale, sono previste novità: in prossimità della curva sul lago, il Comune ha chiesto alla Provincia (titolare della strada) di poter realizzare un parcheggio “a pettine” che permetterà di ottimizzare lo spazio al servizio di residenti e turisti ospiti della frazione sulla diga: l'area di sosta, finalmente normata, potrà ospitare una ventina di autovetture. Proprio in questo contesto sarà ospitata la prima delle 11 casette porta-cassonetti (4 verranno già
posizionate quest’estate) progettate per accentrare la raccolta dei rifiuti e occultare i bidoni delle eco-isole alla vista, preservando il paesaggio.

VIABILITA’ E SEGNALETICA
Un’altra opera fondamentale per la sicurezza delle strade comunali è la riasfaltatura della via di accesso a borgata Genzana, che interesserà anche uno spicchio triangolare all’altezza dello slargo di immissione sulla strada provinciale: qui vengono definiti e regolamentati nuovi posteggi, ideali per chi frequenta la frazione o chi vuole raggiungere con una breve passeggiata sia il Capoluogo sia Chianale. Non si tratta però dell’unico
intervento di bitumatura realizzato nelle ultime settimane. Interessata dai lavori anche una porzione di terreno adiacente ai giardinetti per i bimbi tra le due piazze principali del capoluogo: un’area di terreno comunale utilizzata solo parzialmente viene ora spianata e inghiaiata, ricavando una manciata di altri posteggi. Le due piazze principali del paese, unitamente a quella di Castello, sono al centro in questi giorni del rifacimento della segnaletica orizzontale, che regolamenterà in modo funzionale la viabilità e la fruizione dei parcheggi.
Un sistema di segnaletica verticale luminosa verrà posto in prossimità dei principali attraversamenti pedonali.