Quantcast

La piccola industria di Confindustria Cuneo ospite del consiglio Regionale del Piemonte

Il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio, insieme ai consiglieri regionali eletti nella provincia Granda, ha accolto la delegazione guidata da Alberto Biraghi

Più informazioni su

Un viaggio a Torino per vedere da dentro uno dei palazzi della Regione e portare all’attenzione del Governatore Cirio le istanze delle imprese cuneesi.  Con questa duplice obiettivo la delegazione del Comitato Piccola Industria di Confindustria Cuneo è andata in visita alla sede del Consiglio regionale, a Torino. Palazzo Lascaris, infatti, ha aperto le proprie porte al gruppo guidato dal presidente della Piccola di Cuneo Alberto Biraghi e di cui facevano parte i vicepresidenti Riccardo Preve e Giorgio Prioglio, Nicoletta Trucco e Patrizia Olocco del Direttivo, insieme al direttore generale di Confindustria Cuneo, Giuliana Cirio.   

Gli ospiti, accolti dai consiglieri regionali eletti in provincia di Cuneo, ovvero Paolo Demarchi, Matteo Gagliasso, Maurizio Marello e Ivano Martinetti, insieme al vicepresidente del Consiglio regionale Franco Graglia (anch’egli cuneese), hanno potuto ammirare alcune sale del piano nobile di Palazzo Lascaris nel corso di una visita guidata che si è conclusa con un incontro preso la sala “Aldo Viglione” a cui hanno partecipato anche il presidente della Giunta regionale Alberto Cirio e l’altro vicepresidente del Consiglio regionale, Daniele Valle. Il presidente Cirio ha salutato i rappresentanti del Comitato dell’associazione datoriale, sottolineando come: «Nei momenti come questo, in cui ci sono strumenti come il Pnrr che permettono di avere fondi a disposizione, la Regione può provare a tornare a svolgere uno dei propri ruoli: ovvero fare programmazione delle risorse a disposizione”. Il presidente Cirio si è poi soffermato su alcuni risultati importanti raggiunti dalla Regione Piemonte, come il “progetto bandiera” sull’idrogeno che vedrà il Piemonte in prima linea e gli investimenti nell’industria aerospaziale. 

Alberto Biraghi, da pochi mesi anche presidente della Piccola Industria Piemonte, ha ringraziato dell’accoglienza ricevuta, per poi fare un breve excursus tra le questioni aperte di maggiore interesse per le imprese cuneesi, non dimenticando di sottolineare l’importanza del completamento dell’Asti-Cuneo (ricevendo rassicurazioni dal presidente Cirio che a riguardo ha detto di non avere particolari preoccupazioni e ha fissato per l’estate 2024 la conclusione dei lavori dell’A33). Quella relativa alle infrastrutture è stata una delle criticità più spesso evocata nel corso degli interventi dei componenti della delegazione, che hanno citato anche l’attesa per le varianti di Demonte, Mondovì e Cherasco, oltre alle problematiche legate ai collegamenti che passano per il Colle di Tenda.   

L’incontro si è concluso con un controinvito: il 23 giugno si inaugurerà la nuova sede di Confindustria Cuneo, a margine dell’assemblea annuale. Tutti i consiglieri regionali (oltre al presidente Cirio) sono invitati a partecipare.

Più informazioni su