Quantcast

Giro d’Italia Under 23, il grazie di Boves ai tanti volontari presenti! foto

Erano presenti gli Alpini e i volontari della Protezione civile locale, i nonni vigile e i volontari della Protezione civile e Aib da Chiusa Pesio e Peveragno

Grandi emozioni all’insegna dello sport a Boves con la partenza in centro città del 45° edizione del Giro d’Italia Under 23.

Una tappa di oltre 110 km, con arrivo sul celebre Colle della Fauniera.

Sin dalle 8,30 ore del mattino la città si è animata per accogliere al meglio le 35 squadre protagoniste della competizione.

Una città blindata affinché tutto si potesse svolgere in completa sicurezza.

“Ancora una volta  ci troviamo a dover ringraziare tutti coloro che hanno collaborato e fatto squadra affinché tutto fosse organizzato al meglio – spiegano gli amministratori comunali  e la responsabile dell’Ufficio Manifestazioni ed Eventi di Boves –. La Polizia locale, la squadra tecnica e i tanti volontari che si son resi disponibili hanno reso tutto questo possibile.” 

“Un grazie in particolare  interviene il sindaco Maurizio Paoletti -, va alla cittadinanza che si è dimostrata paziente e comprensiva per le tante chiusure e divieti di sosta e grande squadra dei volontari locali e giunti anche dai comuni limitrofi. Senza il loro supporto ci saremmo trovati in grande difficoltà visto il grandissimo numero di strade e incroci coinvolti in questo evento sportivo. Erano presenti gli Alpini di Boves, i volontari della Protezione civile locale, i nonni vigile e i volontari della Protezione civile e Aib da Chiusa Pesio e Peveragno… Questa grande collaborazione tra volontari, che dedicano il loro tempo libero, cambiando magari anche turni di lavoro, alla collettività ci fa comprendere quanto sia importante investire e supportare sempre questi gruppi. Senza il loro supporto sarebbe davvero impossibile organizzare eventi di questa portata!”.

Aggiunge il comandante della Polizia Locale, Cesare Cavallo: “Colgo l’occasione per ringraziare tutti, dai volontari alla mia squadra della Polizia Locale, sempre disponibile e professionale. Un grazie anche all’Anas per squadra che ci ha fornito, per operare sul tronco Boves-Fontanelle. Altro grazie va alla Questura e agli agenti della Polizia Stradale per averci dato una mano nei punti più delicati del percorso”.