Quantcast

Firmato in Prefettura il Protocollo per l’accoglienza dei migranti

Da oggi, 20 giugno, aperta l'accoglienza lagnaschese

Lagnasco. L’accoglienza dei lavoratori stagionali della frutta sarà coordinata, anche quest’anno, grazie ad un Protocollo d’Intesa firmato martedìscorso in Prefettura che vede coinvolti, oltre all’Ente Governativo locale, Forze dell’Ordine e Polizie Locali, Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Associazioni datoriali di categoria, Caritas e 10 Comuni: Busca, Costigliole, Cuneo, Lagnasco, Manta, Saluzzo, Savigliano e Scarnafigi, Tarantasca e Verzuolo.

A Lagnasco la struttura di piazza Sacchetto, realizzata lo scorso anno con un contributo ministeriale di oltre 90 mila euro, aprirà i battenti lunedì 20 giugno. E’ stata realizzata per ospitare fino a 52 persone, capienza attualmente ridotta a 39 per le disposizioni anti Covid.

Identiche allo scorso anno le modalità di gestione ed utilizzo (le medesime in tutte le strutture ricomprese nei comuni aderenti al Protocollo): potranno accedervi i braccianti in possesso di un regolare contratto di lavoro, e soggiornarvi per ulteriori due settimane alla scadenza del contratto in attesa di eventuali ulteriori assunzioni.

L’unica novità è che il lavoratore, per l’accesso iniziale, dovrà presentarsi all’info point (gestito dalla cooperativa Armonia) unitamente al proprio datore di lavoro, che si impegnerà al pagamento del rimborso di 4 euro al giorno (+ IVA) per l’utilizzo della struttura di accoglienza.

Nell’ambito dei Fondi Ministeriali messi a disposizione dalla Prefettura, la struttura lagnaschese usufruisce quest’anno di un contributo di 7.700 euro per alcuni lavori di sistemazione dei locali destinati a dormitori e servizi