Quantcast

Cuneo, scritte “no vax” all’ingresso del ristobar “Da Mo’s” foto

Deturpati i gradini di accesso al locale di corso Monviso

Cuneo. Amara sorpresa questa mattina (giovedì 23 giugno) per Valerio Morelli, titolare del ristobar “Da Mo’s” di corso Monviso. All’arrivo al locale intorno alle 9 ha trovato i gradini di accesso deturpati da alcune scritte “no vax”.  “Vax uccide Governo mente” e “salvate i bambini“, si legge.

“Un gesto incommentabile che provoca un grave danno alla mia attività. Nei mesi scorsi – ci dice Morelli – avevo ricevuto insulti per il fatto che chiedessi il ‘Green Pass’ ai clienti. Mi sono sentito dire più volte che ero un servo dello stato, che mi piegavo alla dittatura sanitaria. Alcuni mi hanno detto che non sarebbero mai più tornati, anche a emergenza finita. Ci sono sempre passato sopra, ora invece ritengo molto gravi queste scritte che, a mio giudizio, hanno una natura politica visto che arrivano il giorno dopo la giornata cuneese di Cirio (Morelli, teoricamente, potrebbe diventare consigliere comunale se Franco Civallero diventasse sindaco ndr). Tengo a ribadire di non avere nulla contro chi non si vaccina, anzi, sono volontario della Croce Rossa e le persone che soccorriamo spesso non sono vaccinate. Ho fatto un giro nella zona e non ci sono altre scritte, dunque penso non ci siano dubbi sul fatto che si tratti di un attacco alla mia persona”.