Quantcast

Attesa per il Raduno degli alpini d’Oc a Peveragno

L'appuntamento si terrà sabato 25 e domenica 26 giugno

L’ultimo fine settimana di Giugno, Peveragno si vestirà di tricolore, ospitando il «X raduno degli Alpini d’Oc».

Il termine d’Oc, abbreviazione di «Occitani», sta ad indicare tutti quei trentatre gruppi della zona pedemontana, facenti parte della Sezione ANA di Cuneo, composta da centoquattro gruppi, e comprende altre tre zone: «Alpini della Piana», «Alpini del Roero», «Alpini della Langa».

Tutti gli anni, in ogni zona viene organizzato un raduno a cui partecipano solitamente alpini provenienti da tutti i gruppi, e anche da altre sezioni.

La manifestazione, viene ormai rimandata da due anni, e nell’impossibilità di prevedere con anticipo quali sarebbero state le limitazioni del periodo, ha subito una riduzione rispetto al programma originale, pur mantenendo gli scopi principali su cui si basano i principi fondamentali degli Alpini: il ricordo di chi è andato avanti, il rispetto del tricolore e l’amore per la patria. Il tutto condito con musiche, colori e spirito di aggregazione.

Nel mattino di sabato 25 sarà allestita, in Piazza Pietro Toselli la cittadella militare con esposizioni di armi e mezzi in dotazione alle truppe alpine montata e presidiata da militari in attività, verrà inoltre eretta una parete di roccia, e con l’aiuto di istruttori qualificati, sarà accessibile a bambini ed adulti.

Il «Primo torneo di bocce ANA», a livello sezionale sarà negli spazi della bocciofila di Peveragno. Vista la particolarità della manifestazione, le iscrizioni saranno aperte solamente ai tesserati dell’Associazione Nazionale Alpini (alpini e amici degli alpini).

Verso le 18, in Piazza Pietro Toselli, arriverà la fiaccola che partirà nel pomeriggio dal santuario di San Maurizio di Cervasca (ora Sacrario Nazionale degli Alpini), scortata dai tedofori del gruppo sportivo della sezione di Cuneo.

Al momento dell’arrivo la fiaccola sarà accolta dalla banda musicale del paese. Seguirà una cerimonia istituzionale che prevede, alzabandiera, onore ai caduti, accensione del tripode.

Alle 19.30, dalle Poste, verrà organizzato un Pasta Party libero a tutti (posti limitati, gradita la prenotazione).

Alle 21, in Piazza Carboneri, sarà messo in scena lo spettacolo teatrale «Alpino Andrea», in collaborazione con la Compagnia del Birùn, ingresso libero.

Al mattino di domenica 26 vi sarà «ammassamento» nel Piazzale delle Poste, e colazione alpina offerta a tutti i partecipanti, a seguire alza bandiera, onori ai Caduti ed allocuzioni. Poi partirà la grande sfilata per le vie del paese.

Il percorso partirà dal Piazzale e si svilupperà sulle principali strade del paese, toccando sicuramente i punti importanti per il ricordo dei Caduti locali: Piazza Toselli, Piazza XXX Martiri, «Monumento dei Caduti» in via Circonvallazione, per arrivare poi alla chiesa parrocchiale di Santa Maria per la Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre. Poi il corteo si recherà nuovamente al punto di partenza per l’ammaina bandiera.

La manifestazione terminerà con il pranzo sotto il tendone montato nel Piazzale Ex Campo Sportivo e gestito da un catering.

Appello arriva dal Direttivo del Gruppo Peveragnese e dal capogruppo Maurilio Ferrua: «Chiediamo a tutti Peveragnesi di aiutarci ad arricchire il paese di alpinità ed invitiamo tutti gli Alpini, anche se non iscritti all’ANA, a partecipare indossando il cappello alpino! Questa manifestazione non si potrà ripetere per molti anni!».

Le prenotazioni sono obbligatorie entro il sabato 25 giugno per il «Pasta Party» (320.8949489) e per il «Pranzo domenicale» (349.5536699).