Quantcast

Rifreddo, Giunta e Consiglio all’alba per partecipare al bando “Rigenerazione urbana”

Il progetto da 5 milioni di euro è stato presentato insieme a Barge, Envie, Revello, Sanfront e Paesana

Più informazioni su

La Giunta ed il Consiglio Comunale rifreddesi si sono riuniti ad un ora davvero insolita. L’esecutivo infatti ha deliberato addirittura alle 7.30 del mattino e subito dopo (alle 8,15) si è riunito anche il Consiglio Comunale. Oggetto delle sedute mattutine alcune delibere urgenti ma soprattutto l’approvazione di una Convenzione con i comuni di Barge, Envie, Revello, Sanfront e Paesana propedeutica alla presentazione di un progetto per il bando PNRR – Rigenerazione urbana. “In questo periodo – ci spiega il primo cittadino Cesare Cavallo – stanno uscendo tantissime opportunità di finanziamento ed ovviamente noi cerchiamo di coglierle.

Ciò comporta però un grosso lavoro ed a volte per rispettare le scadenze ed ovviare agli imprevisti dell’ultimo minuto si deve convocare gli organi comunali in fretta e furia nonché ad orari del tutto inconsueti”. Nonostante l’orario la risposta dei Consiglieri ed Assessori è stata corale e così le delibere sono state approvate e, per ciò che consta quella del bando del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, immediatamente trasferita al comune di Barge che in qualità di capofila a sua volta ha provveduto alla presentazione.

Entrando nel dettaglio del progetto va detto che lo stesso è stato  assemblato dallo studio Chintana di Torino e che la richiesta di contributo  riguarda singole opere pubbliche o insiemi coordinati di interventi pubblici relativi a manutenzione per riuso e rifunzionalizzazione di aree e di strutture edilizie  pubbliche, il miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale nonché la mobilità sostenibile.

Un contesto in cui Rifreddo ha inserito l’intervento volto alla a riqualificazione del Laboratorio del Paesaggio montano  e dell’area esterna allo stesso. Un’opera decisamente importante che se verrà finanziata consentirà lavori per un valore circa 800 mila euro. “Anche – conclude il sindaco – questa volta siamo riusciti a presentare il nostro progetto il che data la complessità del bando ed i tempi ristretti è già un mezzo successo.

Per questo voglio ringraziare la disponibilità di tutti i consiglieri ed in modo particolare quelli delle minoranza consigliare che non hanno fatto mancare il loro contributo, i dipendenti ed il segretario comunale che nonostante i tanti Consigli in quel giorno è riuscito a trovare il tempo anche per i nostro”.

Vinta la contro il tempo per partecipare al bando rimane ora da vedere se tanto darsi da fare porterà a qualche risultato oppure se purtroppo tutto sarà stato fatto invano. Una domanda che se il ministero manterrà la promessa sui tempi di valutazione dei progetti troverà la sua risposta e fine giugno. 

Più informazioni su