Quantcast

“Quale il futuro della ‘Pedancola’ sul Gesso per la Città di Cuneo?” foto

Il “Comitato” chiede ai candidati sindaci cuneesi: "Quali energie vorrà dedicare alla “Pedancola” la nuova Amministrazione Comunale che sarà in carica dalla prossima estate?”

>Il Comitato per il ripristino del collegamento storico Cuneo-Boves chiede ai candidati sindaci alle elezioni comunali cuneesi del 12 giugno quale importanza rivesta per loro la tanto discussa “Pedancola sul Gesso”. “Quali energie – chiedono – vorrà dedicare alla ‘Pedancola’ la nuova Amministrazione Comunale che sarà in carica dalla prossima estate? Questo domandiamo, in considerazione dell’interesse dimostrato dal numero sempre crescente di persone che a piedi, in bici o a cavallo percorrono questo attraversamento in ogni stagione”.

«La Passerella ciclopedonale sul Gesso – aggiunge il Comitato – è ciò che chiediamo per il ripristino del collegamento storico Cuneo-Boves e tra gli Amministratori nessuno si è mai detto contrario ma, dopo anni che se ne parla, ancora mancano dei passi concreti. Il guado provvisorio ha svolto bene la sua funzione in quest’inverno anomalo ma, come è già successo in passato, in ultimo a settembre dello scorso anno, può essere danneggiato e reso inutilizzabile anche da normali precipitazioni. La Passerella era già stata inserita lo scorso anno tra le proposte progettuali da finanziarsi con il PNRR, ma per qualche ragione (che non dipenderebbe da Cuneo) non si procederà su questo canale. Ora una nuova possibilità è data dai diversi bandi previsti a breve e l’Amministrazione Comunale di Cuneo, sebbene in scadenza, si è impegnata ad avviare la pratica per il reperimento dei fondi necessari per la progettazione e realizzazione di un attraversamento stabile. Di questo abbiamo avuto rassicurazione nell’incontro del 30 marzo dall’Amministrazione di Cuneo”.

Il Comitato ribadisce che non farà mancare, come sempre il suo supporto: “Con costanza cercheremo di stimolare le Amministrazioni pubbliche ad adoperarsi per ridare al territorio quell’attraversamento storico che risale a tempi lontani ma che conserva un fascino ancora oggi e offre a tutti, dalle famiglie agli sportivi, l’opportunità di usufruire della rete di sentieri di entrambe le sponde del Gesso”.