Quantcast

Mondovì, apertura straordinaria della Biblioteca e libri-dono

La Biblioteca civica dona un libro a tutti i bimbi di Mondovì nati nel 2021. Appuntamento sabato 14 maggio dalle 14.30 alle 18

Apertura straordinaria della Biblioteca e libri in dono ai nati nel 2021, sabato 14 maggio 2022, dalle 14.30 alle 18. 

L’iniziativa ha un duplice obiettivo: da un lato invitare i neogenitori dei bimbi nati nel corso del 2021 e residenti a Mondovì ad approfondire la conoscenza degli spazi e dei servizi che la Biblioteca civica offre ai più piccoli e, dall’altro, avvicinare i bambini e le loro famiglie al mondo della lettura attraverso volumi appositamente scelti e studiati per la loro tenera fascia d’età. 

Nel corso nel pomeriggio, inoltre, condizioni meteorologiche permettendo, è prevista l’organizzazione di momenti ludici e di lettura ad alta voce nel cortile interno della biblioteca civica. Ma non solo: in questa occasione i lettori potranno, prendere i libri in prestito, iscriversi gratuitamente al servizio di prestito di e-book recentemente attivato o aggirarsi tra gli scaffali per scoprire le novità librarie, mentre gli studenti potranno fermarsi a studiare. 

L’omaggio librario, offerto dal Comune di Mondovì, intende costituire una simbolica accoglienza del bambino nel mondo della lettura e della parola scritta e si inserisce all’interno delle iniziative realizzate nell’ambito del progetto “Nati per Leggere – Piemonte 2021”, promosso dalla Regione Piemonte e sostenuto dalla Compagnia di San Paolo di Torino.

Per quanti non potessero presenziare a questa apertura straordinaria, si segnala che per tutto il mese di maggio sarà possibile ritirare presso la biblioteca civica il libro-dono “Nati per Leggere” spettante a tutti i bambini nati nel 2021 residenti a Mondovì, nel tradizionale orario di apertura del servizio. 

Il progetto “Nati per Leggere – Piemonte” intende educare i bambini fin dalla nascita all’amore verso i libri e la lettura, in quanto strumenti di fondamentale importanza per il loro sviluppo. 

La scienza ha ormai dimostrato che leggere ad alta voce insieme ai bambini, ancor prima che vadano a scuola, determina una positiva influenza su di loro, sia dal punto di vista relazionale che cognitivo e contribuisce a rafforzare la relazione tra il bambino e i suoi cari.

Sviluppato assieme all’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino, il programma è presente in tutte le regioni italiane.