Quantcast

Giovanni Bloisi, il ciclista della memoria, ha visitato il Memoriale della Divisione Alpina Cuneense

Con l’intenzione di unire idealmente la Campagna di Russia e Cuneo con “spirito di pace e fratellanza”

Il ciclista della Memoria, Giovanni Bloisi, sessantasettenne pensionato della Provincia di Varese, dopo essersi recato prima della pandemia a Nowo Postojalowka in bicicletta, ha voluto in questi giorni fare visita al Memoriale della Divisione Alpina Cuneense, con l’intenzione di unire idealmente la Campagna di Russia e Cuneo con “spirito di pace e fratellanza”.

Nonostante la pioggia, è giunto in orario, accolto presso la stazione di Cuneo Gesso da amici ed Alpini, che gli hanno fatto visitare le sale storiche, ospitandolo poi per un rancio caldo e per la notte presso la foresteria, per non lasciarlo sotto la tenda con freddo e pioggia.

Il giorno successivo è stato accompagnato dal Presidente del Memoriale a Borgo San Dalmazzo, per la visita al Memo 43 – 45, in ricordo dell’olocausto. Significativo l’abbinamento delle due visite, sempre con spirito di pace e concordia, a ricordo di un sacrificio inutile di innocenti vite umane. Dopo l’ulteriore notte passata a Cuneo il ciclista ha proseguito per Ventimiglia con il treno, non essendo praticabile il tunnel di Tenda, per poi riprendere la sua pacifica pedalata.