Quantcast

Dronero, Espaci Occitan festeggia i vent’anni di apertura

Sabato 21 maggio è in programma un eccezionale open day per famiglie con bambini tra i 5 e i 12 anni e per gli appassionati di lingua e cultura occitana di tutte le età

Proseguono le attività ludiche e didattiche imperniate sulla lingua e la cultura occitana che l’Espaci Occitan con l’Unione Montana Valle Maira propone ai bambini e alle loro famiglie. Le iniziative sono realizzate in collaborazione con la Cooperativa Liberitutti nell’ambito del progetto dell’Unione Montana Valle Maira finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri ai sensi della Legge 482/99.

Sabato 21 maggio, per festeggiare i vent’anni di apertura al pubblico dell’Espaci Occitan, è in programma un eccezionale open day per famiglie con bambini tra i 5 e i 12 anni e per gli appassionati di lingua e cultura occitana di tutte le età. Lingua, musica, letture, disegno, gioco, ecologia e animazione caratterizzeranno le attività della giornata, fruibili gratuitamente, in blocco o singolarmente. Dalle 10 alle 18 sarà possibile accedere alla biblioteca occitana dell’Associazione e visitare liberamente il Museo occitano: per i bambini saranno messe a disposizione schede gioco per un’appassionante “caccia al tesoro” tra le postazioni. Per tutto il giorno attività di disegno DisegnOC con L’Accademia del divertimento di Elisa Bastonero.

Nel corso della giornata è prevista inoltre una serie di proposte strutturate secondo gli orari consultabili su www.espaci-occitan.org

Al mattino:

I mestieri itineranti della Valle Maira e delle valli occitane, con visita al museo insieme a Rosella Pellerino. 

Vos coento de Briga lo violaire, animazione con Dario Anghilante nei panni di Giovanni Conte, mitico suonatore di ghironda della Val Maira. 

Narrazione e videoanimazione del racconto di Jean Giono L’òme que plantava d’arbols tradotto in occitano e narrato da Rosella Pellerino per riflettere poeticamente sul valore dell’ecologia e dei piccoli gesti di ogni giorno.

Al pomeriggio:

LeggOC con Donatella Guerrini, lettura-gioco in occitano.

Vos coento de Briga lo violaire (replica).

Le dumure d’na vira, viaggio nel tempo tra i giocattoli di una volta con la fantasia e l’abilità di Mario Collino, in arte Prezzemolo.

Musica occitana con Luca Declementi e Davide Bagnis.

La giornata sarà anche un importante momento ludico per il pubblico di Nega so – Valle MYra è casa mia, progetto promosso dalla Cooperativa Liberitutti insieme a Espaci Occitan e sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e dalla Fondazione CRC.

La partecipazione a tutte le attività è gratuita, ed è gradita la segnalazione di partecipazione al numero 0171.904075 o via mail a segreteria@espaci-occitan.org

Per le attività al chiuso è richiesto di indossare la mascherina.