Quantcast

A Busca tre eventi dedicati ad Alberto Sordi

"Fuori il malloppo 3.0: come si rideva una volta. Sordi fortissimamente Sordi" è il titolo dell'iniziativa l’associazione Le Cercle Rouge, in collaborazione con il cineclub Méliès, per rendere omaggio al grande attore

Domani, martedì 3 maggio, alle ore 21 al cinema Lux con la  proiezione del film Lo Sceicco Bianco (1952) di Federico Fellini, mercoledì 4 maggio al Teatro Civico alle ore 18 con l’inaugurazione della mostra Sordi fortissimamente Sordi,  giovedì 5 maggio alle  ore 18 con la presentazione del libro “A Roma con Alberto Sordi” con l’autore Nicola Manuppelli, l’associazione de Le Cercle Rouge in collaborazione con il cineclub Méliès, rendono omaggio al grande attore.

Alberto Sordi – spiegano gli organizzatori – ha creato una maschera, un’antologia di difetti nazionali, un’immagine che lui stesso ha coltivato per fare di sé un personaggio simbolo dei miti e dei climi dell’Italia del secolo scorso. A partire dal Dopoguerra, egli modella e sfaccetta i tratti peculiari dell’italiano medio creando una galleria di ritratti con i quali vengono analizzati i molti vizi e le poche virtù dei soggetti interpretati. Ed è questo periodo che privilegia il libro di Nicola Manuppelli, A Roma con Alberto Sordi che è il filo conduttore di questa mostra didattica sugli anni 1951-1963 del cinema di Sordi. La mostra si apre sul Sordi radiofonico e si articola sullo sviluppo del suo personaggio attraverso i rapporti con i produttori, gli sceneggiatori e i registi e si chiude con l’intervista a Manuppelli che riassume i tratti di questa figura rappresentante la sgradevolezza e il malcostume di un’epoca che fu allo stesso tempo capace di entrare in sintonia ed empatia con il pubblico”.