Quantcast

Busca si prepara all’undicesima Giornata della Meteorologia

Sabato 14 maggio 11^ Giornata della Meteorologia e mostra fotografica diffusa dal 1° maggio

Si terrà sabato 14 maggio a Busca  l’11^ Giornata della Meteorologia, con il prologo dal 1° maggio della mostra fotografica diffusa nelle vetrine del centrocittà “The Human Element” sui cambiamenti climatici di James Balog. L’evento è organizzato dall’associazione Datameteo Educational con  la Città di Busca e con la collaborazione dell’associazione Ingenium, che mette a disposizione la struttura del parco-museo dell’Ingegno, dell’Istituto comprensivo di Busca e dell’Istituto superiore Grandis di Cuneo. Qualificati ed affermati relatori spiegheranno l’evoluzione del clima testimoniato dai dati allarmanti che indicano il Cuneese come uno degli hot spot del riscaldamento climatico regionale.

“Sobissati da altre gravi emergenze, dalla pandemia a alla guerra in Ucraina – osservano il sindaco Marco Gallo e l’assessora Beatrice Aimar che segue l’iniziativa per il Comune – rischiamo di perdere di vista quella del cambiamento climatico. Eppure, specialmente quest’anno e specialmente nella nostra provincia, uno straordinario periodo di siccità ci sta mettendo davanti agli occhi la dura realtà: la carenza d’acqua potrebbe diventare strutturale. Perciò sosteniamo con convinzione eventi come la Giornata della meteorologia. Ma non soltanto, il Comune si è impegnato nell’acquisto di una stazione meteorologica innovativa, da installare nell’area del parco dell’Ingegno, che fa  parte del progetto IoT Smart Meteo Green Open air meteo ed Alpilab, per studiare l’impatto del microclima urbano, rurale e  alpino”.

Il programma della Giornata si apre domenica 1° maggio nel parco-museo dell’Ingegno con la mostra fotografica sul cambiamento climatico del famoso fotografo ambientalista James Balog.

Sabato 14 maggio, fin dal mattino presto, la Giornata si aprirà con i voli in mongolfiera. Seguiranno i corsi gratuiti di fotografia aerea con il drone e l’esposizione delle opportunità offerte dal turismo esperienziale. Nel pomeriggio nel Balloon Theater i bambini potranno esplorare una mongolfiera dall’interno. Alle ore 16 si terrà  la conferenza degli esperti del clima, dal titolo eloquente “Al cambiamento climatico è meglio crederci”. Nell’ambito del convegno sarà presentato il progetto IoT Smart Meteo Green con l’Open air meteo ed Alpilab, che si concretizza a Busca, grazie all’impegno del Comune, con la  creazione di un laboratorio meteorologico all’aria aperta per offrire anche alla formazione universitaria uno strumento di studio e sviluppo di servizi meteorologici smart meteo green, in grado cioè di aiutare a non sprecare le risorse e a essere costantemente informati sul cambiamento climatico.

In conclusione, nella serata, si terrà nel Teatro civico alle ore 21, lo spettacolo teatrale “Catastrofi a scelta. Sette brevi racconti su uomo, ambiente ed altri animali” di e con Nicola Ludwig, Tommaso Pussant Pagliarini ed Annalisa Moneta.

Tutte le entrate sono gratuite, ma si possono donare offerte per l’associazione  Una Mano per i Bambini onlus, a sostegno dei progetti Scuola della Gioia di Tondo a Manila e per la Clinica dei Bambini, che assiste oltre mille studenti e relative famiglie nella diocesi di Pekhon in Myammar.

“The Human Element” nei cambiamenti climatici di James Balog. Mostra fotografica diffusa nelle vetrine del centro città e nel museo Ingenium

Una ventina di scatti di James Balog, da quarant’anni una delle principali voci dell’ambientalismo mondiale. L’artista documenta con i suoi lavori lo stato del pianeta, con un linguaggio innovativo fatto di scatti sorprendenti, scienza, tecnologia e arte, intrecciati insieme a rivelare la realtà invisibile, eppure sotto gli occhi di tutti. La Terra non vive in buone condizioni e la colpa è anche nostra. Alla dimensione internazionale della sezione fotografica, si affianca un focus più locale, che presenta le conseguenze che il cambiamento climatico sta producendo sugli ecosistemi alpini, in particolare nelle aree protette delle Alpi Marittime, nel parco fluviale Gesso e Stura e sulle colline di Langa, oltre che nei parchi nazionali del Mercantour e degli Ecrins, in Francia.

CClimaTT: The human element è promossa e organizzata dalla Regione Piemonte, in collaborazione con i partner del progetto Interreg Alcotra CClimaTT, tra cui l’Ente Aree Protette Alpi Marittime, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale.

Sabato 14 maggio

Parco-museo dell’Ingenio, ex convento dei Cappuccini. Ingresso gratuito

Dalle ore 7 alle 17 Mongolfiere in volo da Busca. Prenotazioni: giroinmongolfiera.com

Dalle 9 alle 11 Corso base gratuito di fotografia aerea con il drone in collaborazione con Eurodrone

Dalle ore 11 alle 12 Corso gratuito outdoor, volo e turismo esperienziale. In collaborazione con Culture lontane

Alle ore 15.30 Il Balloon Theater: esplora la mongolfiera

Dalle ore 16 alle 18 Conferenza di esperti: al cambiamento climatico è meglio crederci. Presentazione del progetto: Iot Smart Meteo Green Open Air Meteolab e Alpilab.

Sono attesi i relatori: Claudio Cassardo, climatologo dell’Università Torino, Massimo Perotti, pilota professionista di droni ed esperto di monitoraggio ambientale avanzato, Vincenzo Levizzani, fisico dell’atmosfera Cnr Bologna e autore de “Il libro delle nuvole”, Andrea Gramazio, progettista di sensori ambientali e ideatore del sensore “pera” per il monitoraggio del Monviso. Moderatore Doriano Mandrile. La conferenza è valida come corso di aggiornamento gratuito di due crediti formativi per insegnanti.

Teatro Civico, via del Teatro 1 Alle ore 21 (apertura teatro ore 20,30) Ingresso gratuito
Spettacolo teatrale “Catastrofi a scelta”. Sette brevi racconti su uomo, ambiente e altri animali.
Uno spettacolo dal linguaggio impetuoso, che con ironia e cinismo guarda a vecchie e nuove crisi. Disastri climatici, pandemici, economici che ci colpiscono proprio quando pensavamo di essere usciti quasi indenni da un secolo le cui catastrofi pensavamo di averle superate quasi tutte. Ferite chiuse riaperte col bisturi dell’ironia e dell’assurdo, con la leggerezza di una farfalla che vola su un baratro creando uragani in chi ne sa cogliere il ritmo. Un racconto a più voci che sullo dell’incomunicabilità viaggia fra i linguaggi sconnessi delle moderne sottoculture, ma che lo spazio teatrale sa a volte ricomporre.
Di e con Nicola Ludwig, con Tommaso Pusant Pagliarini, Annalisa Moneta
Consulenza artistica di Daniele Dolso
Contributi video tratti da: “E=mc2 – Il grande show della fisica” (una produzione Unimi-INFN) di M. Carpineti, M. Giliberti e N. Ludwig
Regia: M. Anaclerio e F. Albanese