Quantcast

Arrivato in città il treno “Biancheri” che unisce Cuneo a Francia e Liguria, Borgna: “Abbiamo imboccato la strada giusta” foto

Una linea ferroviaria strategica, collegamento internazionale importante dal punto di vista infrastrutturale, turistico, economico, sociale e culturale

Tantissime le autorità locali, liguri e francesi presenti all’arrivo del “Treno Biancheri” alla stazione di Cuneo.

“Ben arrivati a Cuneo – interviene il sindaco di Cuneo Federico Borgna – mi fa immensamente piacere a questo punto del mio mandato amministrativo  portare questo saluto che è un saluto simbolico di una tappa di un processo che è stato molto lungo e faticoso ma credo che la parte più complessa sia stata fatta. Si è compreso che la linea ferroviaria che collega Torino, Cuneo, Ventimiglia e Nizza è una linea strategica, è un collegamento internazionale importante dal punto di vista infrastrutturale, turistico, economico, sociale e culturale. E ne è la prova l’avere qui oggi, così tante persone e rappresentanti di istituzioni importanti. A partire dal sindaco e presidente della Provincia di Imperia Claudio Scajola e tanti altri colleghi, sindaci e onorevoli”.

Continua Borgna: “Vedere qui così tanti rappresentanti delle istituzioni testimonia che un messaggio importante è passato. Il messaggio della necessita di avere un’infrastruttura che connetta un territorio unico che comprende le province di Imperia, Nizza e Cuneo. Un territorio che ha prospettive economiche, sociali e culturali comuni”

Conclude il sindaco di Cuneo: “Possiamo immaginare questo percorso di oggi, come la fine di un progetto, di un piano territoriale, che vede il collegamento ferroviario Cuneo-Ventimiglia-Nizza uno degli assi portanti della mobilità. Questo testimonia anche che questo territorio è un nucleo di Europa, l’Europa vera! E questo credo questa sia la cosa che, maggiormente, sta cuore a tutti noi. Quindi vi ringrazio e ringrazio tutte le persone che hanno lavorato in questi anni per giungere alla giornata di oggi e al riconoscimento e rilancio della linea. Abbiamo ancora tanta strada da fare ma siamo certi che la strada che abbiamo imboccato sia quella giusta!”.