Quantcast

“Connecting Worlds” al Parco fluviale di Cuneo

Connecting Worlds vuole indagare i concetti di riconnessione e di empatia verso le altre specie viventi e non viventi come strumenti necessari per ristabilire un equilibrio in un mondo sempre più sotto pressione sul piano ambientale, sociale, politico ed economico

“Connecting worlds / Connettere mondi” è concepito come una rassegna di eventi, il cui focus tematico è incentrato sul concetto di esplorazione e di connessione con specie viventi, mondi e luoghi dell’alterità.

L’iniziativa, organizzata dal Parco fluviale Gesso e Stura, è a cura di Andrea Lerda, pensata come un festival diffuso da maggio a settembre, con un focus a Cuneo nei giorni 10-11-12 giugno e diversi appuntamenti in programma: installazioni di video arte, public talk, uno spettacolo audio-visivo di sound art, una mostra e una camminata evento transfrontaliera.

Connecting Worlds vuole indagare i concetti di riconnessione e di empatia verso le altre specie viventi e non viventi come strumenti necessari per ristabilire un equilibrio in un mondo sempre più sotto pressione sul piano ambientale, sociale, politico ed economico.

Si parte domenica 15 maggio con l’artista viennese Michael Hoepfner e la sound artist zurighese Magda Drozd, invitati a compiere una camminata transfrontaliera aperta al pubblico come esperienza simbolica di riconnessione tra due territori devastati dalla tempesta Alex, evento meteorologico estremo che a fine 2020 ha devastato le Valli Roya e Vermenagna.

In quell’occasione gli artisti porteranno a termine un progetto artistico iniziato nelle settimane precedenti. Michael Hoepfner, che fa del camminare il centro della sua pratica artistica, è stato chiamato a realizzare un progetto fotografico sul paesaggio transfrontaliero segnato dalla tempesta; Magda Drozd, a registrare una serie di sonorità naturali.

I suoni campionati dalla Drozd, rielaborati in chiave elettronica, saranno performati in dialogo con le immagini di Michael Hoepfner in occasione di un evento sonoro e visivo in programma in Piazza Foro Boario a Cuneo sabato 11 giugno, nel quale musica e fotografia si faranno portavoce di un messaggio inedito di sostenibilità e di riconnessione tra noi e la montagna.

La camminata terminerà al Musée des Merveilles di Tenda dove avrà luogo un talk pubblico con la partecipazione degli stessi artisti.

Questo il programma:

ore 8.00 – ritrovo a Limone Piemonte e trasferimento con navetta in località Panice Soprana. Partenza della camminata accompagnati da una guida escursionistica e arrivo a Tenda verso le 15.30

ore 16.00 – public talk Connecter les mondes. La créativité et l’empathie comme alternative au changement climatique al Musée des Merveilles

Al termine, rientro a Limone in treno.

La distanza complessiva della camminata a piedi è di 11 km, il dislivello in salita di 250 metri e in discesa di 1200 metri. Si consiglia abbigliamento adeguato: scarponi, giacca impermeabile, abbigliamento adatto alla stagione e alla quota raggiunta. Ricordare di portarsi l’acqua. La camminata è adatta a tutte le persone in buone condizioni fisiche, con un minimo allenamento ed abitudine alle camminate in montagna su sentieri. La partecipazione è gratuita e l’iscrizione obbligatoria (massimo 20 partecipanti) entro e non oltre giovedì 12 maggio. Sono a carico dei partecipanti il trasferimento da e per Limone Piemonte, il pranzo al sacco e il rientro da Tenda in treno. L’evento avrà luogo solo se le condizioni meteo lo permetteranno.

Per info e iscrizioni: Parco fluviale Gesso e Stura, Tel. 0171 444522 / 526, parcofluviale@comune.cuneo.it.

Connecting Worlds continua poi a lavorare sul tema della “connessione”, in una duplice direzione. Da un lato quella con il mondo naturale, vivente e non vivente con il quale coesistiamo, dall’altro, quella geografica e transfrontaliera con il territorio francese della Valle Roya. Per questo la proposta è immaginata in dialogo con il Musée des Merveilles di Tenda.

“Connecting worlds / Connettere mondi” avvia in questo senso un processo di partecipazione collettiva al processo di ecofilia, nella consapevolezza che siamo tutti parte di un grande organismo vivo e interconnesso. Numerosi gli artisti coinvolti nella rassegna artistica di venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 giugno a Cuneo: Jonathas de Andrade, Magda Drozd, Bepi Ghiotti, Michael Hoepfner, Stefano Ogliari Badessi, Tabita Rezaire, Emilija Škarnulytė, Flaminia Veroniesi e Mali Weil.

L’evento è promosso dal Parco fluviale Gesso e Stura nell’ambito del Programma Interreg ALCOTRA 2014-2020 – Piano territoriale Integrato ALPIMED – progetto CLIMA.