Quantcast

Trofei MaB UNESCO della Riserva Transfrontaliera del Monviso, al via la sesta edizione

C’è tempo fino al 30 giugno per candidare il proprio progetto

Il Parco del Monviso e il Parc naturel régional du Queyras organizzano la sesta edizione dei Trofei della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso, il concorso che premia le iniziative locali di eco-cittadinanza innovative e creative che si sviluppano sul territorio della Riserva UNESCO, esteso su 85 Comuni italiani e 20 francesi. Tutti gli operatori del territorio – aziende, associazioni, persone fisiche o scuole sul versante italiano e su quello francese della Riserva – possono partecipare con un progetto, che dovrà avere come obiettivo il miglioramento della relazione tra uomo e natura e la ricerca di un giusto equilibrio tra un ambiente sano e un’economia locale forte.

Tra tutti i progetti che verranno presentati entro la scadenza di giovedì 30 giugno 2022, una giuria composta da amministratori, tecnici della Riserva della Biosfera, MaB France e operatori individuati dagli Enti promotori, che gestiscono in forma congiunta la Riserva della Biosfera, selezionerà due vincitori. Ciascuno riceverà un premio di 1.000€ e entrambi potranno beneficiare di sostegno e rinforzo attraverso la messa in rete e lo scambio di esperienze tra gli attori del territorio del Monviso e della rete delle Riserve della Biosfera. Questo permetterà ai vincitori non solo di realizzare il progetto ma anche di valorizzarlo comunicandolo in modo diffuso, per condividere le buone pratiche e trasferirle anche ad altri territori.
Ulteriori informazioni, il regolamento completo dell’iniziativa e il dossier di candidatura sono disponibili sul sito del Parco del Monviso, www.parcomonviso.eu, e possono essere richieste ai seguenti recapiti: email didattica@parcomonviso.eu, tel. 011.4321008.

«La scorsa edizione dei Trofei della Riserva della Biosfera transfrontaliera del Monviso – ricorda il presidente del Parco del Monviso, Dario Miretti – è stata la più partecipata tra le cinque finora organizzate: un segno che l’attenzione nei confronti delle tematiche del rapporto equilibrato tra forte economia locale e ambiente sano sta crescendo. È un risultato di cui andiamo particolarmente fieri, che speriamo di migliorare ancora quest’anno, perché premia il lavoro che abbiamo svolto in questi anni e che continueremo a portare avanti con decisione».

Con il sostegno a due iniziative locali, il Parco del Monviso e il Parc naturel régional du Queyras vogliono incoraggiare lo sviluppo di progetti nei quali l’ecologia conviva con le sfide socio-economiche di oggi. In particolare, la Riserva della Biosfera si adopera per incoraggiare la realizzazione di progetti che rappresentino esempi di buone pratiche per lo sviluppo sostenibile, di inventiva, di creatività per un territorio con un ricco patrimonio come quello che si apre ai piedi del Monviso: una zona dalle caratteristiche uniche, dalla storia millenaria, ricca di tradizioni e cultura condivisa. Prima riserva transfrontaliera tra Italia e Francia riconosciuta dall’UNESCO, le terre del Monviso sono un paesaggio modellato dal tempo e dal lavoro dell’uomo, dove la tutela ambientale coesiste con lo sviluppo, attraverso la ricerca e l’innovazione.
Tutti i progetti partecipanti dovranno essere focalizzati sulla conservazione della biodiversità e della qualità del patrimonio naturale e del paesaggio, sulle azioni in favore di un’agricoltura locale e responsabile, sul vivere e il lavorare nella Riserva della biosfera, sulla crescita dei legami sociali, intergenerazionali e transfrontalieri, sull’innovazione nell’ambito dell’energia sostenibile o sulla valorizzazione e sulla promozione del patrimonio culturale e le conoscenze all’interno della Riserva della Biosfera.

I due progetti vincitori saranno selezionati entro tre mesi dalla chiusura delle candidature: nella valutazione sarà considerato in modo prioritario come il progetto potrà contribuire al rafforzamento del legame uomo-natura, il suo collegamento con il territorio e la possibilità di diventare un’azione replicabile e diffusa. Se la qualità dei progetti pervenuti non permettesse di individuarne due, la giuria si riserva il diritto di premiare un solo vincitore. I vincitori saranno presentati, se consentito dalle condizioni dell’emergenza sanitaria, in una festa locale sul territorio italo-francese della Riserva della Biosfera e durante la manifestazione della Rete delle Riserve della Biosfera organizzata dall’UNESCO a Parigi. Entrambi gli appuntamenti si terranno nel corso del prossimo autunno. Nel caso in cui le condizioni non permettessero di svolgere la premiazione in presenza i progetti saranno presentati nel corso di un evento on-line.