Quantcast

Studentessa di scuola saluzzese alle fasi nazionali delle Olimpiadi delle Scienze

Si tratta di Irene Guttadoro dell'Istituto Tecnico Commerciale "Denina Pellico Rivoira"

Più informazioni su

Irene Guttadoro, studentessa della seconda B AFM dell’Istituto Tecnico Commerciale “Denina Pellico Rivoira” di Saluzzo, è stata selezionata per partecipare alla fase Nazionale della Olimpiadi delle Scienze Naturali, ormai giunta alla sua ventesima edizione.

Sin dalla prima edizione sperimentale del 2002 la gara tenta di veicolare nella scuola lo spirito della ricerca, prevedendo, fra gli obiettivi, di fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini verso lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali e, nel contempo, di realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane, ma, anche, fra queste e l’insegnamento delle scienze naturali impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee, per avviare una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

L’iniziativa è promossa dall’ANISN, Associazione Nazionale Insegnanti Scienze Naturali, ed è rivolta a tutti gli indirizzi della scuola secondaria superiore. Lo svolgimento delle Olimpiadi delle Scienze Naturali si è articolato, al momento, nella fase d’Istituto, in modalità remoto, in cui gli studenti hanno utilizzato del materiale predisposto dai docenti dei singoli istituti, e nella fase regionale, in cui gli studenti partecipanti di tutta Italia hanno risposto contemporaneamente ai quesiti su una piattaforma on line. In questa fase Irene è arrivata quarta, ma è stata ripescata dal momento che, allo scopo di favorire la partecipazione degli studenti dei tecnici e dei professionali, è previsto che lo studente frequentante tale tipo di scuola col punteggio più alto possa partecipare alla gara nazionale.

Commenta Irene: “La proposta di partecipare a questa gara è arrivata dalla nostra prof. Di Scienze, Giulia Bertero. Pur essendo dubbiosa ho deciso di aderire perché sono appassionata della materia e perché ero convinta fosse una buona opportunità. La prima prova si è svolta online tramite un link presente su una piattaforma classroom creata dalla professoressa Fienga: eravamo in 55 e di questi sarebbero passati allo step successivo solo i primi 4. Io ero fra questi. In seguito ho svolto la seconda prova, quella regionale, sempre online, collegandomi dalla scuola, nella stanza dei tecnici. Dopo circa 10 giorni ho saputo di aver superato anche questo scoglio e che sarei arrivata alle prove nazionali. Non si può neanche descrivere la felicità e lo stupore che provavo in quel momento! Adesso mi sto preparando per la nuova avventura che affronterò con grande determinazione!”.

La prova per la selezione nazionale è prevista nella mattinata di sabato 7 maggio sempre in modalità on line. In ultimo è prevista, per chi passerà le fasi nazionali, una gara internazionale a Pechino.

Più informazioni su