Quantcast

Saluzzo, 7 geometri del Denina Pellico Rivoira hanno ricevuto borse di studio dalla Scuola Edile di Cuneo

Premiati lo scorso 26 aprile Rebecca Benso, Alessio Tamone, Stefano Blua, Alice Margaria, Ombretta Pasero, Luca Lovera, Carola Dalmasso, alunni della classe VE

Saluzzo. Martedì 26 aprile, presso la sede di Savigliano della Scuola Edile, è avvenuta la premiazione della ventiduesima edizione del  concorso Progettare e lavorare in sicurezza, promosso dalla Scuola Edile di Cuneo. 

Il primo aprile, in contemporanea con tutti e sette gli Istituti per Geometri della Provincia di Cuneo, gli allievi della VE CAT del Denina Pellico Rivoira avevano partecipato alla relativa prova sulla sicurezza che era stata preceduta, in data 23 febbraio, da una lezione on line sull’argomento svolta dai docenti stessi della scuola Edile di Cuneo. La prova ha prodotto una graduatoria volta a individuare i destinatari delle Borse di Studio per gli allievi più meritevoli.

Il Denina Pellico Rivoira si è classificato molto bene aggiudicandosi sette borse di studio e risultando, quindi, al primo posto fra gli Istituti CAT della Provincia.

Hanno guadagnato il premio i seguenti alunni della classe VE: Rebecca Benso, Alessio Tamone, Stefano Blua, Alice Margaria, Ombretta Pasero, Luca Lovera, Carola Dalmasso. La premiazione del 26 aprile è stata introdotta dai saluti della presidente della Scuola Edile Elena Lovera e del vice presidente Salvatore Correnti. Sono state poi illustrate le modalità del concorso e, in seguito, sono intervenuti i vari presidi degli istituti partecipanti. In conclusione la premiazione dei 27 vincitori, fra cui gli allievi del Denina, seguita da un rinfresco.

“Il settore delle costruzioni negli anni è stato tra quelli che più di altri ha investito in informazione, formazione e sensibilizzazione sulla sicurezza. L’attenzione da  parte della Scuola Edile verso il mondo della scuola superiore è costante e proficua” – commenta Laura Blua, direttrice dell’Ente Scuola per l’addestramento professionale edile – “L’iniziativa del concorso Progettare e lavorare in sicurezza vede coinvolte le scuole superiori della Provincia e la Scuola Edile ed è un’esperienza di importante collaborazione. La Scuola Edile è un Ente Bilaterale Paritetico, gestito cioè  dalle parti sociali, che hanno come interesse comune quello  di costruire bene, in sicurezza, evitando gli infortuni sul lavoro ed il rischio di malattie professionali. In questo senso l’investimento sui giovani è necessario in modo che questi possano  contribuire alla progettazione e alla costruzione di opere sempre più belle e sostenibili, migliorando la qualità dell’abitare, del lavoro e del vivere le città ed il territorio e contribuendo a ridurre gli infortuni e le malattie professionali”.

Nel frattempo è ripresa la collaborazione fra gli studenti del Denina Pellico Rivoira e la Scuola Edile attraverso laboratori per le classi del corso Geometri (CAT) proposte dai docenti della scuola edile: per le classi prime attività di mosaico, in seconda stucchi e decori, in terza murature e intonaci, in quarta posa cappotti.