Quantcast

Nella parrocchia di San Chiaffredo rivive il rito della lavanda dei piedi

Dopo due anni di stop a causa della pandemia nella messa del Giovedì Santo don Marco ha riproposto il gesto fatto da Gesù ai discepoli ai bimbi che riceveranno il sacramento della Prima Comunione

Busca. Lo scorso Giovedì Santo nella parrocchia di frazione San Chiaffredo è tornato a rivivere il gesto che compie Gesù nei confronti dei discepoli durante l’Ultima Cena, prima di essere condannato a morte: la lavanda dei piedi.

Un gesto che in passato anche papa Francesco ha celebrato più volte nelle carceri.

Quest’anno, dopo lo stop forzato a causa della pandemia, il rito della lavanda dei piedi nella Messa “in Coena Domini” è stato effettuato da don Marco ai bimbi che il prossimo 29 maggio riceveranno il sacramento della Prima Comunione.

La lavanda dei piedi che i piccoli hanno vissuto è un simbolo di ospitalità raccontato dal Vangelo di Giovanni: una delle più grandi lezioni che Gesù dà ai suoi discepoli, perché dovranno seguirlo sulla via della generosità totale nel donarsi, non solo verso le abituali figure, fino allora preminenti del padrone, del marito, del padre, ma anche verso tutti i fratelli nell’umanità, anche se considerati inferiori nei propri confronti.

Un bel momento che da diversi anni si ripete nella parrocchia della frazione e che i bambini conserveranno nei loro ricordi.