Quantcast

Ladri svaligiano casa e ristorante durante il funerale. La figlia di Ida Amatruda si sfoga su Facebook: “Nessun rispetto”

Episodio increscioso durante le esequie della storica co-fondatrice di una delle più antiche pizzerie di Cuneo

Più informazioni su

«Grazie agli sciacalli che hanno pensato bene di svaligiare casa e pizzeria sapendo che c’era il funerale della mia mamma, Nessun rispetto nemmeno di fronte a tanto dolore». Questa è la frase scritta su Facebook nel gruppo «Sei di Cuneo se…» da Lucia Giordano, figlia di Ida Amatruda, 77 anni, storica co-fondatrice di una delle più antiche pizzerie di Cuneo, che è stata sepolta proprio ieri (martedì 26 aprile) mentre i ladri svaligiavano la sua abitazione.

Sono state rubate bottiglie di liquori nella pizzeria ora gestita dai tre figli di Ida, “La Grotta Azzurra” di via Torino a Madonna dell’Olmo e poi i ladri sono penetrati nell’abitazione sopra al locale e hanno preso ori e gioielli, inclusa la fede nuziale della defunta.

Tantissimi sono stati i cuneesi che hanno commentato lo sfogo di Lucia chi con il classico «Non ci posso credere» di Laura, oppure «Non c’è più rispetto per nessuno in questa società malata» scritto da Mario. Molti esprimono la loro solidarietà, qualcuno maledice come Lella che scrive «Maledetti, tutto torna, via auguro il peggio» oppure Luciana che ricorda «A me hanno svaligiato casa mentre c’era il funerale di mio papà». La maggior parte delle persone esprime sentimenti di vicinanza e di solidarietà.

Ida Amatruda era originaria di Tramonti, paese dell’Amalfitano celebre per aver dato i natali a tantissimi pizzaioli emigrati poi al Nord e in tutta Europa. Si trasferì a Fossano insieme con il marito nel 1964 e rilevarono la pizzeria Capri. Successivamente si spostarono a Cuneo dove aprirono la pizzeria Mergellina in via XX Settembre, nelle vicinanze di Piazza Europa. Nel 1975 si trasferirono a Madonna dell’Olmo dove inaugurarono la “Grotta Azzurra” di via Torino, oggi gestita dai tre figli.

Più informazioni su