Quantcast

Inaugurati a Rovereto gli spazi GlassFORM.ai, la joint venture tra Bottero di Cuneo e Tiama di Lione 

Nel polo di Trentino Sviluppo svilupperanno l’intelligenza artificiale e il machine learning per ottimizzare il processo di realizzazione di contenitori in vetro

Cuneo. Nel polo di Trentino Sviluppo la joint venture italo-francese svilupperà l’intelligenza artificiale e il machine learning per ottimizzare il processo di realizzazione di contenitori in vetro

Intelligenti, automatizzate, iperconnesse. Sono le vetrerie del futuro e da oggi la loro trasformazione in ottica 4.0 si progetta negli spazi di Progetto Manifattura – Be Factory, l’hub della green economy di Trentino Sviluppo a Rovereto.

È nata qui, infatti, GlassFORM.ai, joint venture tra le multinazionali Bottero di Cuneo e Tiama di Lione che si occuperà di controllare e ottimizzare il processo di realizzazione di contenitori in vetro attraverso l’intelligenza artificiale e il machine learning.

I nuovi spazi produttivi sono stati inaugurati alla presenza dell’assessore della Provincia autonoma di Trento Achille Spinelli.

«E’ una soddisfazione – ha commentato Achille Spinelli, assessore allo Sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento, vedere due gruppi multinazionali scegliere il Trentino come luogo dove attivare nuovi progetti innovativi nell’ambito dell’industria 4.0. Questo, infatti, è un settore su cui la Provincia, grazie ai suoi poli tecnologici e ai suoi centri di ricerca, sta investendo molto, perché rappresenta il futuro della manifattura. Un futuro in cui le imprese del territorio proprio grazie al differenziale innovativo potranno rimanere competitive sulla scena internazionale in costante mutamento e dove l’automazione, lungi dall’impoverire il mercato del lavoro, permetterà di offrire mansioni più qualificate e interessanti per gli operatori».

Soddisfatto per il nuovo insediamento anche il presidente di Trentino Sviluppo, Sergio Anzelini. «L’arrivo di GlassFORM.ai in Progetto Manifattura – sottolinea Anzelini – chiude positivamente un cerchio aperto qualche anno fa con la riqualificazione dell’ex compendio Whirpool di Trento. Grazie anche ai fondi europei, lì si è insediata la multinazionale Vetri Speciali, che già lavora con Bottero e Tiama. Avere ora tutte e tre queste imprese leader di settore in Trentino porterà sicuramente benefici a tutto il territorio in ottica di filiera».

Bottero, fondata in Piemonte nel 1957, è l’unica azienda al mondo attiva sia nel settore del vetro piano che del vetro cavo attraverso la fornitura di macchinari di alta tecnologia a clienti in oltre 100 Paesi nel mondo.

La costituzione di GlassFORM.ai è un’iniziativa congiunta con la francese Tiama, leader mondiale nella fornitura di soluzioni d’ispezione e controllo qualità per l’industria degli imballaggi in vetro. 

La joint venture, grazie anche alla collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler, si occuperà di sviluppare nuovi tool di intelligenza artificiale per automatizzare sempre più la gestione della produzione ovvero il controllo della qualità e del processo produttivo dei contenitori in vetro attraverso gli algoritmi. Ciò permetterà di aumentare la produttività, di alleggerire i contenitori e di ridurre i difetti di fabbrica e di conseguenza gli sprechi di materie prime, anche in un’ottica di economia circolare, risparmio energetico e sostenibilità della produzione.

«Non è un azzardo dire che la costituzione di GlassFORM.ai rappresenta un’iniziativa di frontiera a livello europeo, e forse, mondiale, nel controllo di processo smart del nostro settore – commenta Marco Tecchio, CEO di Bottero e di GlassFORM.ai -. L’automazione è di straordinaria importanza nell’industria vetraria e i prodotti Bottero sono da sempre all’avanguardia grazie a soluzioni innovative, sviluppate sfruttando le nostre competenze di processo e tecnologia, incluse quelle in Machine Learning (ML) e Artificial Intelligence (AI). Questa iniziativa è una tappa essenziale nel nostro sviluppo strategico che ambisce alla completa automazione del processo di formatura del vetro. In GlassFORM.ai stiamo formando un team di giovani formato da ingegneri elettronici e matematici, di elevata professionalità e competenza tecnica, che ci permetterà di accelerare lo sviluppo del prodotto. Attualmente sono circa una decina, ma presto arriveranno a 25».

«Creare insieme a Bottero una società indipendente per offrire soluzioni universali nel processo di formatura dei contenitori in vetro ci è parsa una scelta naturale, anche perché l’automazione, in questo settore, sta diventando fondamentale per rispondere alle correnti sfide del mercato – aggiunge Benoît Burin Des Roziers, CEO di Tiama -. I trend in evoluzione sono evidenti in molti settori industriali e Tiama è determinata nel contribuire a fornire soluzioni competitive a tutti i propri clienti.

Il settore dei contenitori in vetro, in cui operiamo, ha bisogno di queste soluzioni per affrontare le nuove sfide che si presenteranno e noi con questa joint venture vogliamo fornire un contributo determinante alle risposte che si aspetta il mercato». 

Bottero è un gruppo italiano fondato nel 1957 specializzato nella produzione di macchine e impianti per la lavo-razione del vetro anche in un ciclo continuo di 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Bottero esporta il 95% dei propri prodotti all’estero. L’azienda è presente in oltre 100 Paesi con più di 50mila installazioni attive.

È leader mondiale nella realizzazione di impianti in due settori: vetro piano e vetro cavo (contenitori in vetro).

Fornisce esperienza ed alta tecnologia in tutti i campi della lavorazione del vetro mediante la fornitura di macchinari e impianti dedicati, dal vetro piano monolitico e laminato alla produzione di contenitori in vetro, fino alla realizzazione di linee complete per la produzione di lastre float e laminato. 

Tiama è uno dei leader mondiali nella fornitura di soluzioni d’ispezione e controllo qualità per l’industria dei contenitori in vetro.

I suoi clienti sono produttori di bottiglie, vasi o fiale ubicati nei cinque continenti.

Tiama fornisce dati e indicazioni in tempo reale per aiutare i produttori di vetro a produrre articoli con la massima qualità e migliorare la loro efficienza e produttività.

Le macchine dell’azienda sono ricche di sensori e sono installate sia nell’area di impianto dove viene formato il contenitore che in quella di controllo qualità. Tutti questi sensori, uniti a competenze specifiche in tracciabilità e servizi, offrono una potente fonte di dati e conoscenze in vista delle Smart Factory di domani.

Oggi, Tiama è in grado di inviare dati in tempo reale ricchi di informazioni (identificazione unica della bottiglia tramite incisione al laser, immagini del contenitore, misure) per garantire un’ottimizzazione della produttività e uno stretto collegamento tra tutte le aree della vetreria.

Il processo di produzione del vetro consente di raccogliere una grande quantità di dati, che, ben raccolti e analizzati, costituiscono una potente fonte di conoscenza.