Quantcast

Il pittore buschese Pier Francesco Ramero espone all’Oratorio Parrocchiale cittadino

L’intero ricavato delle vendite dei quadri verrà devoluto per la colonia di Confine di Sampeyre

Busca. Verrà inaugurata sabato 23 aprile alle 17 la mostra personale che Pier Francesco Ramero sta allestendo presso l’Oratorio Parrocchiale di Busca: venticinque opere di varie dimensioni realizzati prevalentemente a olio, ma anche qualcuna ad acrilico.

L’intero ricavato delle vendite dei quadri verrà devoluto alla Parrocchia per la colonia di Confine di Sampeyre.

La mostra sarà visitabile domenica 24 e lunedì 25 aprile dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18, dal 26 al 30 aprile dalle 14 alle 18 e domenica 1 maggio dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18.

Ramero, insegnante elementare in pensione e Coordinatore Nazionale del Sindacato SNALS, dipinge da quando frequentava le scuole medie: “Allora scrivevo anche poesie” racconta: “Forse si trattava di un bisogno di esprimere sentimenti, attese, speranze. Poi ho smesso con le poesie ed ho continuato con la pittura”.

Ha cercato, nella sua carriera di insegnante, di contagiare con l’amore per l’arte anche tutti i suoi piccoli allievi, stimolandoli con attività legate alla pittura ma anche al teatro. Oltre ai grandi artisti dell’Ottocento che lo hanno ispirato, soprattutto gli impressionisti e gli espressionisti, Ramero ha avuto “anche un maestro in carne ed ossa al quale sono affezionatissimo: il buschese Stefano Bargis, il pittore della neve”.

Ha esposto le sue opere in numerose mostre in provincia di Cuneo, in Liguria e a Roma.