Quantcast

Graglia: “La Regione sceglie la vita finalmente”

In un lungo post su facebook il vicepresidente del Consiglio Regionale annuncia con soddisfazione la creazione del fondo ‘Vita nascente’ attraverso cui la Regione mette in campo importanti risorse per tentare di ridurre il numero degli aborti nel nostro territorio

“La Regione Piemonte sceglie la vita finalmente. Attraverso la creazione del fondo ‘Vita nascente’ mette in campo importanti risorse per tentare di ridurre il numero degli aborti nel nostro territorio. Lo fa cercando di rimuovere gli ostacoli economici che spesso scoraggiano le donne a proseguire la gestazione. La dotazione dello strumento è cospicuo ammontando a 400mila euro per il 2022. Si tratta di una battaglia di civiltà che da attuazione in modo totale al dettato della legge nazionale 194″. Lo scrive questa mattina sul suo profilo facebook Franco Graglia, vicepresidente del Consiglio Regionale.
“Una legge che non nasceva – come vorrebbero alcuni in Piemonte – per abbandonare al proprio destino le donne e i nascituri in difficoltà, ma che voleva offrire uno strumento residuale laddove lo Stato non era riuscito a garantire alla donna la scelta di procedere con la gravidanza. Al centro di questo Fondo presente in un emendamento al Bilancio, il centrodestra mette al centro la madre e il nascituro. Reputo che sia un atto rivoluIozianario rispetto a chi declassa la nascita solo come un atto meccanico dove puoi spegnere una vita come fosse un usa e getta a disposizione dell’essere umano”. Ad affermarlo è Franco Graglia, vicepresidente del Consiglio regionale piemontese” aggiunge e conclude Graglia.