Quantcast

Cherasco si prepara a due giornate dedicate alla primavera foto

Ci saranno esibizioni di falconeria, carrozze, musica dal vivo e la rievocazione storica dell'arrivo di Napoleone Bonaparte in città, nel 1796

Quelle del 23 e 24 aprile a Cherasco saranno due giornate dedicate alla primavera e a uno degli elementi che più la caratterizzano: il risveglio del mondo vegetale.

Per gli appassionati di piante, fiori e “garden design”, sabato 23 e domenica 24 aprile, ritorna l’appuntamento florovivaistico “Cherasco in fiore”, grazie alla collaborazione tra Società Orticola del Piemonte, Comune di Cherasco e Associazione Cherasco Cultura. Sarà un week-end avvolto da mille colori e profumi di fiori grazie ai numerosi stand che si affacceranno lungo la centrale via Vittorio Emanuele chiusa al traffico, dove sarà possibile acquistare bulbi e semi di fiori per il giardino, piante per la casa, oltre ad attrezzature e oggetti di design sempre legati al mondo florovivaistico. Saranno inoltre presenti banchi di vendita di prodotti alimentari tipici del territorio.

Le giornate saranno poi arricchite da tante iniziative che faranno da corona al mercato florovivaistico. Ad esempio le volontarie dell’Associazione Donne & Riso di Vercelli proporranno fumanti piatti del tipico prodotto delle loro terre.  Alcuni gruppi musicali allieteranno la passeggiata dei visitatori, mentre nella piazza degli Alpini (arco di porta Narzole) sarà possibile ammirare stupendi esemplari di cavalli e di carrozze, sulle quali si potrà anche viaggiare lungo i viali cheraschesi. Una grande mostra di animali di affezione susciterà certamente la curiosità dei bambini (e non solo).

Spettacolare sarà poi l’esibizione dei falconieri, che mostreranno le straordinarie capacità di volo di falchi, gheppi, sparvieri, ecc. Un altro importante appuntamento sarà quello con la presentazione del Barolo docg Mantoetto di Cherasco annata 2018.

Negli ultimi giorni di aprile a Cherasco ricorre anche l’anniversario dell’ingresso in città del generale Napoleone Bonaparte nel 1796, che il 28 aprile di quell’anno in palazzo Salmatoris firmò l’armistizio con i plenipotenziari del re di Sardegna. A ricordare quei giorni nell’ambito di “Cherasco in fiore” saranno alcuni gruppi di rievocatori, che con le loro smaglianti uniformi e le loro fragorose armi riporteranno i presenti alle atmosfere di 226 anni fa. Info: tel. 0172 427050 – turistico@comune.cherasco.cn.it