Quantcast

Bra prepara un’oasi fiorita per le api

Progetto sponsorizzato dalla Fondazione CRC e dalla Fondazione Agrion

La tutela dell’ambiente passa anche dai fiori e dagli insetti: piccoli elementi, ma con un impatto fondamentale sull’ecosistema. Basti pensare al ruolo decisivo degli insetti impollinatori, senza i quali centinaia di migliaia di specie di piante sarebbero condannate a una rapida estinzione.

Per tali motivi l’Amministrazione braidese ha deciso di aderire al progetto della Fondazione CRC denominato “+Api”, iniziativa che mira a promuovere la biodiversità attraverso la creazione di oasi fiorite per gli insetti impollinatori. In questi giorni il Comune ha provveduto a seminare (con le sementi fornite dalla Fondazione Agrion, partner tecnico del progetto) un appezzamento antistante il cimitero di Bandito, al momento inutilizzato ed incolto. Qui nascerà un prato fiorito che verrà lasciato allo stato naturale durante tutto l’anno, con un unico sfalcio autunnale senza asportazione del materiale tagliato, in modo da consentire la rigenerazione annuale attraverso i semi prodotti. Un’oasi sicura per le api.

Allestire un prato per insetti impollinatori”, spiegano il sindaco Gianni Fogliato e l’assessore all’ambiente Daniele Demaria, “fornisce un contributo concreto alla biodiversità ed è anche un modo per ricordare che la nostra prosperità si basa sui servizi della natura. Invitiamo tutti a contribuire con fiori sui propri balconi e giardini, ma soprattutto ad effettuare acquisti compatibili con l’ambiente”.