Quantcast

A Cortemilia a maggio torna il premio “Il Gigante delle Langhe”

Venerdì 29 aprile alle ore 18 la presentazione dell'evento al castello di Grinzane Cavour

Cortemilia. Venerdì 29 aprile alle ore 18 presso il castello di Grinzane Cavour, con la presenza di grandi ospiti, è in programma la conferenza stampa di presentazione di quella che sarà la cerimonia di premiazione della XX edizione del premio nazionale “Il Gigante delle Langhe”, prevista giovedì 12 maggio presso la Chiesa del Convento di San Francesco a Cortemilia, con inaugurazione di mostre, incontri con gli scrittori e un laboratorio di illustrazione.

Sarà inoltre presentato anche il programma della “Settimana del Gigante”: una vera e propria festa del libro, della lettura e della cultura, che a Cortemilia proporrà una ricca attività per i ragazzi tra spettacoli teatrali, letture sceniche, laboratori, esposizioni e incontri con gli autori.

Special guests di questa ventesima edizione sono il Centro Studi Beppe Fenoglio di Alba e la Biblioteca Poetica di Terzo – Associazione Culturale Concorso Guido Gozzano.

Questa edizione del premio dedica la seconda delle tre storiche sezioni principali a Beppe Fenoglio, legandosi al centesimo anniversario della nascita: una sezione molto partecipata, che ha raccolto ben 74 racconti con il coinvolgimento di tanti alunni dei plessi scolastici del territorio.

Il premio, nato a Cortemilia nel 2001, ha avuto un percorso di fortuna e di bellezza, costruito con grande impegno, attraverso cui ha ottenuto la stima delle case editrici e di autorevoli autori e illustratori; la forza del premio è certamente la sua indipendenza, la scelta di valorizzare  scrittori e illustratori svolgendo spesso un ruolo di talent scout; l’intitolazione delle sue sezioni a figure di grande rilievo del mondo della letteratura per ragazzi come Eugenio Pintore (bibliotecario illuminato e dirigente del Settore Biblioteche della Regione Piemonte), Emanuele Luzzati (illustratore, scenografo e artista di fama internazionale) e il forte legame con il territorio dato dalla collaborazione con le scuole, le associazioni culturali e le istituzioni, lo ha reso riferimento nazionale per la letteratura giovanile, decretando un prestigio raggiunto anche attraverso un’autorevole  giuria tecnica e un’entusiasta e capillare giuria di ragazzi.