Quantcast

Cuneo a Bergamo per sfatare il tabù e continuare a sognare il sesto posto

La Bosca non ha mai vinto al Pala Agnelli, dove scenderà in campo domani alle 17, per continuare a fare punti e rimanere incollate a Chieri. Giovannini: «Possiamo crescere ancora in attacco e essere più ordinate».

Nella prima di due trasferte consecutive domenica 20 la Bosca S.Bernardo Cuneo scenderà in campo a Bergamo alle ore 17:00 con un duplice obiettivo: espugnare il Pala Agnelli per la prima volta nella sua storia e macinare punti nella corsa a tre con Chieri e Firenze per il sesto posto. Nell’undicesima giornata del girone di ritorno le cuneesi si troveranno di fronte una formazione in un buon momento e determinata a vincere per non perdere colpi nella bagarre salvezza.

Il netto successo sulla VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore ha permesso alle gatte di incamerare tre punti fondamentali nella corsa a tre per il sesto posto e di preparare con serenità la trasferta di Bergamo. In casa biancorossa c’è la consapevolezza che per vincere in due campi storicamente difficili come Bergamo e Perugia servirà alzare il livello rispetto alla prova offerta con Casalmaggiore. Servono cinque punti nelle prossime tre partite per battere il record di punti in regular season (36), che risale alla stagione 2018/2019, la prima in Serie A1 di Cuneo Granda Volley. Un obiettivo difficile ma alla portata delle cuneesi, che in palestra stanno lavorando per raggiungere l’ultimo picco di forma della stagione in occasione dei quarti di finale dei playoff scudetto, con gara 1 in programma domenica 10 aprile. Ora l’attenzione della Bosca S.Bernardo è tutta per la sfida con Volley Bergamo 1991, formazione che con Micoli in panchina ha mostrato carattere e tanta voglia di lottare per la permanenza nel massimo campionato; serviranno pazienza e solidità per uscire da un Pala Agnelli che in passato ha riservato ai colori biancorossi tante cocenti delusioni. Nella lotta per il sesto posto, con Chieri avanti a quota 36 e Firenze e Cuneo a inseguire staccate di quattro punti, Chieri sarà di scena a Cremona contro una Casalmaggiore chiamata a un moto d’orgoglio, mentre Firenze affronterà a Palazzo Wanny una Conegliano già battuta nell’incontro di andata; sia Chieri sia Firenze hanno una partita da recuperare.

A presentare la sfida del Pala Agnelli, la schiacciatrice Gaia Giovannini: «Domenica possiamo e dobbiamo fare qualcosa in più rispetto a quanto mostrato con Casalmaggiore. L’anno scorso a Bergamo non abbiamo fatto una gran partita: domenica dovremo dare il massimo contro una squadra che, come noi, scenderà in campo determinata a fare punti. Possiamo crescere ancora in attacco e essere più ordinate e vogliamo riuscirci, perché siamo un bel gruppo e ce lo meritiamo. Rispetto alla gara di andata ci troveremo di fronte una Bergamo diversa e migliore, soprattutto in attacco».

La tifoseria organizzata cuneese dei Crazy Cats propone la trasferta a Bergamo per la partita di domenica 20; per informazioni e prenotazioni è possibile contattare Roberto Morra (339.7788740). Sul sito di Cuneo Granda Volley, poi, i tifosi biancorossi sono chiamati a votare la giocatrice che più li ha emozionati durante la stagione. La gatta che avrà ricevuto il maggior numero di voti verrà premiata dal main sponsor Bosca, promotore del sondaggio, prima dell’ultima partita di regular season contro la Unet e-work Busto Arsizio in programma sabato 2 aprile alle ore 20:30 (biglietti disponibili a breve).

Bergamo, dodicesima in classifica con diciotto punti, appena due in più di Roma e Trento, scenderà in campo per conquistare punti pesanti in chiave salvezza. Le bergamasche, che mercoledì 23 sono attese da un recupero sulla carta impossibile come quello con Conegliano, nell’ultimo mese hanno trovato successi importanti con una diretta concorrente come Roma e con Firenze, e sono reduci da una sconfitta esterna a Chieri. È una Bergamo diversa rispetto a quella che Cuneo affrontò a dicembre, con Stefano Micoli subentrato a Pasqualino Giangrossi in panchina e con gli innesti di Butigan al centro e di May in banda. Molto dipenderà ancora dalla vena dei due principali terminali offensivi orobici, Lanier e capitan Loda. Bergamo avanti 4-2. Cuneo, che si è aggiudicata la gara di andata con un netto 3-0, non ha mai vinto al Pala Agnelli. Due le ex in campo per Cuneo, la capitana Signorile e Federica Stufi.