Quantcast

I Blu Brothers delusi ma orgogliosi del PalaSport di Cuneo dopo la finale persa ieri

Il gruppo organizzato di tifosi è stato il principale artefice di uno spettacolo sugli spalti a cui non si assisteva da tanto, troppo tempo e che ha evocato tempi gloriosi. La speranza è che una tifoseria del genere possa tornare presto a riassaporare le sfide di A1.

Dopo la finale di Coppa Italia A2 persa ieri in casa dalla Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo contro la Conad Reggio Emilia, il gruppo organizzato di supporters azzurri Blu Brothers hanno commentato la sfida e lo straordinario supporto del PalaSport cuneese attraverso il proprio profilo Facebook.

Ecco la dichiarazione completa: «Perdere una finale in casa nostra brucia, brucia tantissimo, inutile negarlo! E dire che la storia di Cuneo è costellata di finali perse, tant’è che nei tempi addietro era stato coniato addirittura un coro autoironico in merito. Insomma, uscire sconfitti da partite del genere fa sempre male ma quest’oggi, a mente fredda, vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno.

Abbiamo assistito ad un pubblico caldo e partecipe in tutte le fasi del match, sospinto da una curva strabordante di entusiasmo come non accadeva da tanto, troppo tempo. Per noi che cerchiamo di difendere ed onorare quello striscione che è lì, ININTERROTTAMENTE, da oltre 30 anni, è motivo di grande orgoglio! Grazie a tutti!
Grazie alla società, allo staff e ai nostri ragazzi che, a prescindere dall’epilogo finale e dalle lacrime amare versate, conserveranno certamente in cuor loro la consapevolezza di essere riusciti a riaccendere l’entusiasmo della Città e di essersi meritati una cornice di pubblico come quella di ieri sera. Complimenti ai vincitori, a cui abbiamo tributato un applauso sincero! Non è la prima volta che cadiamo, non sarà l’ultima che ci rialzeremo! “Staremo insieme per tutta la vita, una storia infinita, io canto per te”
AVANTI CUNEO!».