Quantcast

Una nuova iniziativa, pensata per tutti i nuovi nati buschesi

Il Comune sostiene e appoggia la scelta di avere un figlio. Il sindaco: "Busca è una città a misura di bambino e di famiglia perché investe in scuole, parchi e servizi dedicati ai bambini e ai ragazzi"

“Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”: con lo spirito espresso da questo proverbio africano, il Comune dà vita da quest’anno ad una nuova iniziativa, pensata per tutti i nuovi nati.  “Nuovi nati, piccoli buschesi crescono”, questo il  titolo, vuole concretizzare la vicinanza dell’amministrazione comunale ai genitori vivono a Busca e ai bambini che crescono qui. Un gesto non soltanto simbolico che unisce tutti i cittadini buschesi per accompagnare nel processo di sviluppo le prossime generazioni.

Ogni nuovo nato riceverà, insieme alla consueta lettera di benvenuto, a nome del Sindaco e del presidente della Consulta della famiglia, una brochure illustrativa dei servizi sanitari, educativi, sportivi, culturali e ricreativi, compresa la segnalazione dei parchi e delle aree gioco. Ci sarà anche un coupon per il ritiro di un piccolo omaggio in una delle farmacie/parafarmacie della città. Inoltre, in primavera in un parco cittadino sarà piantato  un albero dedicato alla leva dell’anno precedente, per sottolineare  l’importanza data alla nascita e alla vita da parte di tutta la città, che vuole accompagnare e sostenere fin da subito i suoi più piccoli cittadini.

Busca è un comune a misura di famiglia e di bambino – dice il sindaco, Marco Gallo – perché investe in scuole, parchi e servizi dedicati ai bambini e ai ragazzi.  Ora, con questa nuova iniziativa, si vuole dare maggiore evidenza al fatto che la nascita di un bambino è sempre segno e motivo di speranza per la società, perché significa investire sul futuro e credere nel domani, che sarà il tempo delle nuove generazioni”.

La valorizzazione e il sostegno delle famiglie – dice la assessora alla Famiglia, Lucia Rosso –  passa attraverso il coinvolgimento di tanti attori sociali: enti, servizi e associazioni impegnati, ognuno con le proprie sensibilità e competenze, nella costruzione di una comunità sempre più accogliente e attenta ai bisogni di tutti e di ciascuno”.

La nascita di un bambino  – dice la assessora alle Politiche giovanili, Beatrice Aimar – è una ricchezza per la famiglia e per la comunità intera e ognuno può dare il proprio contributo, partecipando in modo attivo alla crescita degli altri, sia quelli di pari età sia degli adulti. Così, il successo di ognuno è legato al successo degli altri e tutti beneficiano dei buoni risultati dei singoli”.

Ogni bambino e bambina che nasce – dice il presidente della Consulta delle famiglie, Massimiliano Marabotto – è una gioia per tutta la comunità: oggi più che mai la scelta di avere un figlio merita di essere appoggiata e sostenuta”.