Quantcast

Smurfit Kappa Verzuolo (ex Burgo Group): migliora la situazione con miasmi olfattivi in diminuzione

Il 12 gennaio, il sesto tavolo tecnico, convocato dal Comune di Verzuolo

Si è svolto ieri mattina, 12 gennaio, nella Sala Consigliare del Comune di Verzuolo, il sesto Tavolo tecnico per le problematiche olfattive dello stabilimento Smurfit Kappa Verzuolo (ex Burgo Group). Convocato dal Sindaco ha visto la partecipazione dell’Azienda e delle relative Rsu, della Provincia, dell’Asl Cn1, di Arpa e Confindustria. Per il Comune erano presenti il Sindaco GianCarlo Panero, l’Assessore all’Ambiente Mattia Quaglia, il capogruppo di maggioranza Alessandro Iodice e il Consigliere di Minoranza Stefano Piantino.

Obiettivo del tavolo l’analisi dei risultati del monitoraggio avviato dal Comune, in collaborazione con l’Arpa e sulla base delle linee guida regionali in materia, tramite i cosiddetti segnalatori, cittadini incaricati di rilevare episodi di eventuali miasmi. Il periodo di analisi è iniziato a luglio e terminato ad ottobre 2021 e ha coinvolto 29 persone le cui schede sono state raccolte dagli uffici comunali e trasmesse all’Arpa che ha poi effettuato un lavoro preciso, approfondito e qualificato. I segnalatori provengono da tutte le aree del Comune al fine di un’analisi completa del territorio.

In apertura il Sindaco Panero ha ricordato che il tavolo è il sesto ad essere convocato, ma il primo con la partecipazione dell’azienda Smurfit Kappa Verzuolo che ha acquisto nei mesi scorsi Burgo Group. Rimasto invariato, invece, l’impegno dell’Amministrazione comunale nei confronti della riconversione aziendale affinché sia garantita la sostenibilità sociale, ambientale ed economica. In apertura il Sindaco ha sottolineato l’importante lavoro svolto dagli uffici comunali con la raccolta dei questionari, di Arpa nella loro analisi e della collaborazione degli altri partecipanti al tavolo.

I dati dei segnalatori hanno evidenziato come l’area più colpita dai miasmi sia quella posta a Nord (via Roma, XV Aprile via Cima,…). Se si considera l’intero periodo di monitoraggio il totale complessivo delle segnalazioni supera i parametri imposti dalla Regione; tuttavia, è da rilevare che il numero di segnalazioni diminuisce costantemente nei mesi, sia in termini di frequenza mensile che di intensità durante la giornata, segno di un miglioramento della situazione. Inoltre, l’Asl Cn1 ha ribadito la non pericolosità delle molestie dal punto di vista della salute, seppure siano assai fastidiose.

Visto il superamento della soglia, le linee guida regionali prevedono che l’azienda stili un piano di adeguamento. Durante la seduta Smurfit Kappa Verzuolo ha confermato di stare già operando per la risoluzione del problema: l’intervento prevede la verticalizzazione di una serie di camini che attualmente evacuano le arie di lavorazione in orizzontale, direzione che facilita la stagnazione e quindi i miasmi. Il progetto è stato reputato da Provincia, Asl Cn1 e Arpa positivo e con ogni probabilità risolutivo della problematica. Inoltre, Smurfit Kappa Verzuolo si è impegnata, una volta ottenuti i dati da Arpa, ad analizzare i picchi delle segnalazioni per capire quale tipologia di attività era in corso e trovare eventuali altri elementi utili. Una strategia di utilizzo dei dati condivisa dagli Enti preposti e apprezzata dall’assessore all’Ambiente Mattia Quaglia che ha sottolineato incoraggiante la diminuzione degli odori nel periodo analizzato.

In conclusione il Sindaco Panero, rinnovando i ringraziamenti ai partecipanti, ha rinviato la convocazione del tavolo successivo al momento in cui l’azienda avrà analizzato i dati di Arpa per la presentazione del piano migliorativo.