Quantcast

Ragazzino sugli sci cade in dirupo a Prato Nevoso, salvato da un ispettore della Polizia

L'incidente è avvenuto nella mattinata del 31 dicembre e ha riguardato un ragazzino di 11 anni originario di Boissano (SV). L'ispettore, notando alcune reti di protezione divelte ha notato il ferito, cosciente ma dolorante e ha attivato i soccorsi. Operato a femore e bacino nei giorni successivi, ora è in buone condizioni.

Nella mattinata del 31 dicembre scorso, intorno alle ore 11.00, un Ispettore della Polizia di Stato, adibito al Servizio di Sicurezza e Soccorso in montagna sul comprensorio sciistico di Prato Nevoso, durante il servizio di controllo sulla pista n.4, giunto nella parte finale del tracciato, in concomitanza con l’incrocio con la pista “Rientro Rosso” ha notato alcune reti di protezione del margine sinistro della pista divelte ed adagiate sul manto nevoso, rivolte in direzione del tratto fuori pista.

L’operatore della Polizia, pertanto, fermatosi e avvicinatosi al bordo pista ha notato che nel greto del ruscello sottostante, giaceva riverso a terra sul suo lato destro, un giovane sciatore privo di entrambi gli sci ai piedi, con il casco indossato. Il giovane, raggiunto dal poliziotto, appariva vigile e cosciente ma molto dolorante al fianco sinistro. Sospettando qualche frattura, l’ispettore ha chiamato i soccorsi, che hanno immobilizzato il ragazzino, di 11 anni originario di Boissano (SV) sulla barella, portandolo fino alla baita “Il Verde” dove è stato elitrasportato dal 118 al Regina Margherita di Torino.

All’ospedale pediatrico gli è stata diagnosticata una frattura del bacino ed una frattura multipla del femore sinistro che sono stati oggetto d’intervento chirurgico nei giorni successivi. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che il ragazzo stava sciando insieme alla mamma e durante la discesa dietro la stessa, aveva perso il controllo degli sci finendo fuori pista.