Quantcast

In sala c’è The King’s Man, il blockbuster girato anche al Castello di Racconigi

Il nuovo capitolo della saga sull'agenzia privata di spie britanniche è stato girato nella primavera del 2019 anche presso la palazzina di caccia più famosa della Granda, oltre che nelle regge di Venaria e Stupinigi, che risultano molto valorizzate nella pellicola.

C’è anche un po’ di Granda nel film britannico “The King’s Man – Le Origini“, terzo capitolo della saga action campione d’incassi “Kingsman”. Il film, che racconta la nascita dell’ormai famosa agenzia privata di spie britannica, è infatti stato girato anche in Piemonte, nella fattispecie nelle dimore sabaude di Venaria, Stupinigi e Racconigi. In particolar modo nella palazzina di caccia più famosa della Granda appare protagonista di molte scene del kolossal, presentandosi come la sede del palazzo dell’arciduca d’Austria Francesco Ferdinando, la cui uccisione ad opera di Gavrilo Princip, a Sarajevo, ha di fatto rappresentato l’inizio della Prima Guerra Mondiale. Nel film si può ammirare anche una Racconigi antichizzata, tra carrozze, selciato e bar alla Belle Epoque, proprio nella scena dell’omicidio dello stesso Arciduca. Protagonista della pellicola è il noto divo inglese Ralph Fiennes.

Le regge di Venaria e Stupinigi, invece, nella finzione del film, rappresentano il Palazzo Imperiale Russo e quello del kaiser tedesco Otto Von Bismark. In generale, le eccellenze architettoniche sabaude del territorio cuneese e piemontese danno l’impressione di non essere inferiori a nessun’altra nel mondo, e risultano molto valorizzate dalla pellicola ancora nelle sale. È dunque consigliatissima la visione del film, anche solo per apprezzare una “Racconigi d’antan”.